Varese

Varese, Piazza Repubblica, accordo firmato. Maroni: evento storico

I protagonisti dopo la firma dell'Accordo

I protagonisti dopo la firma dell’Accordo

E’ stato firmato, questa mattina dentro l’ex Caserma Garibaldi, l’Accordo di programma per la riqualificazione di piazza Repubblica, nuovo teatro, comparto di via Ravasi e nuovo teatro. A porre la loro firma, al tavolo, il presidente della Regione, Roberto Maroni, il presidente della Provincia, Gunnar Vincenzi, il sindaco di Varese, Attilio Fontana, il rettore dell’Università dell’Insubria, Alberto Coen Porisini. Una firma arrivata dopo una storia infinita, fatta di vecchi progetti tramontati, polemiche furiose, stop and go, nuovi progetti che alla fine si sono imposti.

Raggiante Maroni: “Sono molto soddisfatto per la firma di questo accordo. Regione Lombardia ha stanziato più di 20 milioni per la ristrutturazione dell’ex Caserma Garibaldi, per tutta la piazza ed il nuovo teatro, un impegno straordinariamente importante da parte della Regione e di tutte le altre istituzioni, il Comune, la Provincia e l’Università, che stanno lavorando insieme per cambiare il volto del centro storico di Varese”.

“Un evento storico atteso da decenni – continua Maroni -. Questo intervento rilancerà il centro di Varese e la sua economia perché una zona rivitalizzata rilancia anche l’economia e insieme la sicurezza”.

Prende la parola anche il sindaco Fontana: “Una soddisfazione essere qui oggi. La riqualificazione dell’intera piazza è l’opera più importante degli ultimi 30 anni. Un’opera condivisa, e questo è un valore aggiunto. Vogliamo ora, con i bandi che saranno predisposti a breve tempo, aprire alla progettazione internazionale, e nello stesso tempo ascoltare la voce della città per fare dell’ex caserma e dell’area il cuore di un progetto comune, di tutti i varesini. Varese avrà una biblioteca più grande e moderna, servizi comodi per i cittadini in pieno centro, un nuovo belvedere sulla città, una grande attenzione alla cultura con il nuovo teatro e spazi appositi. Un risultato che vedrà i primi passi nel 2015. Quindi il lavorcalcao dei prossimi mesi sarà serrato”.

Sono intervenuti anche il presidente della Provincia Gunnar Vincenzi – affiancato dal vicepresidente Ginelli e dal consigliere provinciale Mirabelli – che ha sottolineato il ruolo cruciale che ha svolto Villa Recalcati nello sbloccare il progetto e nel giungere al traguardo di oggi.

Dopo la firma autorità, tecnici degli enti firmatari, giornalisti locali hanno visitato l’ex Caserma per prendere atto del degrado e degli interventi in corso: a guidare la visita, con i partecipanti che hanno indossato il casco, l’ingegner Riccardo Perucchetti, consulente del Comune di Varese.  Un giro che ha portato a vedere i dieci tiranti che sono stati collocati, dopo che nel ’96 erano stati posizionati quelli vecchi, che ora risultano piegati.  Al piano terreno il Garibaldino in versione originaria e la lapide con il Bollettino della Vittoria, entrambi tutelati dalla Sovrintendenza.

Nell’Aula Magna dell’Università dell’Insubria, è stato invece firmato l’accordo per il comparto di via Ravasi dal presidente della Provincia Gunnar Vincenzi, dal rettore dell’Insubria, Coen Porisini, dal direttore generale dell’Ospedale Callisto Bravi e da Paola Lattuada, direttore generale dell’Asl di Varese.

FOTO

21 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs