Varese

Varese, La comunità pakistana ricorda i 132 bambini morti a Peshawar

Il presidio in piazza XX Settembre

Il presidio in piazza XX Settembre: parole di pace e candele accese

Si è svolto nel pomeriggio, in piazza XX Settembre a Varese, un presidio della comunità pakistana di Varese e provincia per ricordare le vittime della strage del 16 dicembre scorso alla scuola di Peshawar. Una strage provocata da un commando dei talebani Tehreek-e-Taliban. Nel massacro sono morte 148 persone, di cui 132 bambini. 

Dopo l’esposizione di cartelli e distribuzione di volantini sul presidio, sono state accese candele e ceri attorno alla fontana della piazza. Quindi il presidente dell’Associazione Provinciale Pakistani Varesini, Pasha Naeem Sheikh (in tutto il Varesotto i pakistani sono quattromila, seconda comunità dopo i marocchini) ha denunciato la violenza come lontana dall’Islam, religione della pace e della fratellanza. Dura la condanna del terrorismo, che a Peshawar ha colpito soprattutto i bambini.

Hanno preso la parola anche Samir Baroudi e Giorgio Stabilini, come rappresentanti della comunità islamica a Varese, ma anche Gisa Legatti, da anni impegnata sul fronte dell’integrazione, e Thierry Dieng, organizzatore culturale. Al termine degli interventi una preghiera dell’imam e un minuto di silenzio hanno concluso la mobilitazione.

21 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs