Varese

Varese, “Qui ed Ora”, torna il Presepe Vivente. Attendendo Dante

La presentazione del Presepe Vivente

La presentazione del Presepe Vivente

Torna il Presepe Vivente a Varese, un appuntamento entrato nella tradizione come uno degli eventi più attesi e interessanti. Quest’anno ha per titolo “Qui ed Ora”, in programma martedì 23 dicembre, a partire dalle ore 16, in piazza San Vittore e nelle strade limitrofe. Una tradizione che taglia il traguardo della sua quindicesima edizione, e che come ogni anno è collegata alla Campagna Tende dell’Avsi. Il Presepe Vivente (o, come dicono gli organizzatori, la Sacra Rappresentazione) è promosso dalla Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte e dal Comune di Varese, e costituisce l’ultima tappa della rassegna teatrale Tra Sacro e Sacromonte, diretta da Andrea Chiodi.

Al centro dell’iniziativa, come ha spiegato Patrizia Reggiori, che rappresenta l’Avsi, “c’è la persona con le sue sfide dolorose nel Sud del mondo”. Tra i progetti che saranno finanziati con la raccolta di offerte in occasione del Presepe gli asili in Equador, le scuole nel Kenya, i centri nutruzionali nel mondo, ma soprattutto l’emergenza profughi in Kurdistan e le opere della Custodia di Terra Santa in Siria.

“Un ritorno all’antico ed autentico significato del Natale – interviene il sindaco di Varese, Attilio Fontana -. Una vera ‘chicca’ che conclude degnamente una grande rassegna teatrale come quella al Sacro Monte”. Per l’assessore alla Cultura Longhini “è una bella tradizione nella tradizione, un evento entrato nel cuore dei varesini”.

A spiegare più nel dettaglio la rappresentazione natalizia a Varese è lo stesso regista Andrea Chiodi, che parla della “voglia di rimettere al centro la storia della Natività, una vicenda che però è legata a luoghi precisi della storia”. Insomma, quest’anno la rappresentazione porta Chiodi a “raccontare nuovamente una Sacra Rappresentazione tra le più classiche”. Si partirà dalla presenza, attorno alla piazza della basilica dei 400 ragazzi e bambini appartenenti ai Gruppi Scout Aggs Varese 2, che esprimeranno “un clima di attesa, un’atmosfera di profezia”. Un’attesa che porterà tutti i presenti a dirigersi nella piazza davanti alla basilica dove si vedranno una serie di momenti che compongono la storia precedente la nascita di Gesù: l’Annunciazione, la Visitazione di Maria ad Elisabetta, il Sogno di Giuseppe, l’Annuncio ai pastori.

Una grande rappresentazione che a Varese sarà come sempre seguita dai varesini. Ma il lancio del Presepe Vivente è stata anche occasione per iniziare ad evocare i progetti in vista di Expo. “Sto lavorando su Dante Alighieri e la Divina Commedia per il festival Tra Sacro e Sacromonte del prossimo anno. Un grande poeta italiano, che è nello stesso tempo anche il più internazionale”.

19 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs