Varese

Varese, Auguri in Comune: momento difficile, ci aiuti il padreterno

Gli auguri del sindaco Fontana

Gli auguri del sindaco Fontana

Tradizionale Cerimonia degli auguri in Comune in vista del Natale. Un momento difficile, per il Paese, come ha sottolineato il sindaco di Varese, Attilio Fontana, al punto che si augura, rivolgendosi al prevosto monsignor Gilberto Donnini in Salone Estense, che il padreterno ci aiuti.

Davanti ai colleghi di giunta, al segretario generale avvocato Filippo Ciminelli e ai dipendenti del Comune, Fontana ricorda le difficoltà del momento. ”Con il nuovo anno – continua il sindaco – si entra in una fase importante, in cui tanti progetti devono essere portati al termine, si devono concretizzare”. Tanto lavoro da fare, dunque, con “una macchina complessa come il Comune, che deve obbedire a regole complicate: è importante, in questo senso, la partecipazione di ognuno di voi”.

Anche il segretario generale del Comune Ciminelli si sofferma sui problemi del momento con “impegni importanti da portare avanti in un momento in cui si riduce sempre di più il personale”.

Interviene infine il prevosto di Varese, monsignor Donnini, che in apertura dice che questa sarà l’ultima volta in cui parteciperà a questo momento: per raggiunti limiti di età  (75 anni) ha dato le dimissioni, anche se attenderà ancora un po’ prima di ritirarsi. “Ci sono molti elementi negativi, ci sono tragedie famigliari – sostiene il prevosto -, ma non servono grandi menti, grandi Soloni. C’è un bambino che è una promessa per il futuro: se si perde la speranza, non ci resta più nulla”.

Il momento è stato allietato dal gruppo di sax  del Civico Liceo Musicale di Varese “Riccardo Malipiero”, che ha concluso il breve concerto con la bella melodia del film “La vita è bella” di Nicola Piovani.

 

16 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs