Varese

Sarà a Varese la “prima” dell’Inno della Lombardia di Mogol

Da sinistra Lavezzi, Cattaneo, Mogol

Da sinistra Lavezzi, Cattaneo, Mogol

L’applauso dei capigruppo consiliari, al termine dell’ascolto dell’Inno di Lombardia, è stato spontaneo ed entusiasta. In un incontro riservato, convocato dal Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, Giulio Rapetti Mogol e Mario Lavezzi hanno presentato questa mattina in anteprima al Pirellone l’Inno della Lombardia ai presidenti dei gruppi consiliari.

“Ringrazio Mogol per aver composto questo Inno e Lavezzi per aver contribuito ad arrangiare la musica - ha commentato Cattaneo - Si tratta di un grande regalo per la Lombardia di cui sono molto onorato, per questo li ringrazio. Parole e musica rispecchiano il carattere della Lombardia e della sua gente. Penso innanzitutto all’operosità e alla capacità d’accoglienza e di innovare”.

“Insieme ai capigruppo –ha detto ancora Cattaneo – abbiamo apprezzato testi e musica e per questo abbiamo deciso di presentare questo lavoro in anteprima in Consiglio regionale lunedì 22 prima della ripresa dei lavori pomeridiani, in accordo con il Presidente Maroni. Più avanti, in primavera, si porrà mano alla realizzazione di un video e verrà organizzato un evento di grande rilievo per tutta la Lombardia con la partecipazione di grandi artisti lombardi”.

All’Inno della Lombardia di Mogol e Lavezzi ha partecipato anche Mango, l’artista lucano recentemente scomparso, che ha contribuito pochi giorni prima della sua morte con i vocalizzi della canzone.

“L’obiettivo – aveva dichiarato il presidente Maroni – è quello di far ascoltare al pubblico il nuovo inno regionale domenica 15 marzo, nella tappa conclusiva del Lombardia Expo Tour, a Varese, con la presenza di tutti gli artisti lombardi che saranno coinvolti nel progetto”.

 

16 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs