Varese

Varese, La Canottieri chiude l’anno con il Trofeo d’Aloja

La consegna del trofeo da parte di Abbagnale a Minazzi

La consegna del trofeo da parte di Abbagnale a Minazzi

Grande annata, il 2014, per la Canottieri Varese! La pubblicazione delle classifiche nazionali regala un’ulteriore ottima notizia alla società del presidente Mauro Morello: la vittoria del Trofeo Paolo d’Aloja. Nel corso dell’annata, ogni regata valida per la classifica nazionale viene considerata per il punteggio finale del trofeo d’Aloja. Le gare di fondo, le gare regionali e i due meeting nazionali, vengono tutti considerati per l’assegnazione del trofeo. Vale il paragone con lo scudetto della serie A: i giovanissimi atleti varesini hanno brillato tutta la stagione meritandosi la soddisfazione di questa vittoria.

Il trofeo giunge infatti a riconferma del grande valore della squadra giovanile giallo-azzurra, ma non è certo una sorpresa: la squadra dei coach Guido Ferrario e Omar Callegari ha infatti più volte dimostrato di essere la più forte d’Italia nel corso di questa stagione. Basti infatti pensare alla netta vittoria del Festival dei Giovani lo scorso luglio a Corgeno, con più del doppio dei punti sulla società seconda classificata, o alla vittoria del Trofeo Calabretto a Candia, arrivata dopo i risultati dei due meeting nazionali, o infine alla vittoria del trofeo Vacchino due mesi fa a Sanremo. Insomma, se c’è una classifica da vincere la nostra squadra giovanile risponde alla grande. 2580 sono infatti i punti conquistati dai giovanissimi giallo-azzurri nel corso della stagione, oltre trecento in più dell’Ilva Bagnoli, società seconda classificata.

Soddisfatto il direttore sportivo Luca Broggini: “Questa è stata una stagione vincente per tutte le categorie, chiusa con lo scudetto Allievi e Cadetti. Un progetto voluto e costruito insieme a tecnici e dirigenza. Il capo allenatore dei giovanissimi Guido Ferrario, insieme al giovane coach Omar Callegari e al collaboratore Pasquale d’Alba hanno fatto un lavoro eccellente. Oggi abbiamo numeri e qualità. Questo vivaio rappresenta una base solida per il futuro societario. Varese è nuovamente un faro nel panorama remiero nazionale”.

Ma le buone notizie dalle classifiche generali non finiscono qui: Andrea Prina, già vincitore della Classifica Nazionale Master 2013, si riconferma indiscusso campione dei veterani del remo anche per il 2014. “E’ stata una vittoria sul filo del rasoio con un solo punto di distacco dal secondo – dichiara Andrea Prina -. Quest’anno la classifica è stata solo sui Campionati Italiani e ho avuto avversari molto giovani. Dedico le vittoria alla mia famiglia che mi supporta con passione e pazienza sempre nelle lunghe trasferte e negli allenamenti”.

15 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs