Varese

Varese, La Famiglia Bosina presenta il nuovo Calandari a Villa Recalcati

Auguri della Famiglia Bosina

Auguri della Famiglia Bosina

Come ogni anno, in occasione del Natale, viene presentato l’ultimo Calandari d’ra Famiglia Bosina. E’ accaduto anche questa sera a Villa Recalcati di Varese, dove la Famiglia Bosina ha colto l’occasione del lancio del nuovo Calandari per un aperitivo, una cena e un sincero scambio di auguri.

Una serata organizzata dalla Famiglia Bosina, rappresentata, tra gli altri, dalla Regiù Felicita Sottocasa Barlocci, dal consigliere Mario Zeni, dall’ex Regiù Augusto Caravati. Folta presenza di autorità civili e religiose: presenti il presidente della Regione Roberto Maroni, il Prefetto Giorgio Zanzi, il Sindaco di Varese Attilio Fontana, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Varese Gerardina Corona, il vicequestore Maria Dolores Rucci, il prevosto di Varese monsignor Gilberto Donnini.

La serata è stata allietata da diverse danze interpretate, nell’atrio di Villa Recalcati, dalla Campione Danze di Varese.

Dopo le danze, la parola è andata al professor Robertino Ghiringhelli, storico, che ha riassunto i ricchi contenuti del Calandari d’ra Famiglia Bosina par ur 2015, vera ‘bibbia’ della bosinità.

Dopo i saluti delle autorità, tra i contributi pubblicati nel volume meritano di essere menzionati gli articoli firmati dai giornalisti Max Lodi, Fausto Bonoldi, Maniglio Botti, Pierfausto Vedani, Gianni Spartà. Interessante il ritratto di Don Vittorio Pastori (Vittorione) scritto da Angelo Monti. Da leggere anche il contributo di Riccardo Prando sul primo conflitto mondiale visto da Varese, oltre a quello di Paolo Pozzi su un singolare parallelismo tra Speri della Chiesa e Sat di Trento. Concludono il ricco volume il capitolo dedicato alla poesia in dialetto bosino e quello dedicato alle tante attività della Famiglia Bosina nel periodo 2013-2014.

 

FOTO

6 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs