Varese

Varese, Le Pulci Famose di Max Laudadio per un sentiero disabili

Max Laudadio

Max Laudadio

L’associazione On presenta la seconda edizione di Pulci Famose che l’anno scorso ha riscosso grande successo e raccolto, a scopo di beneficenza, la cifra di quasi dodicimila euro che, aggiunti ai fondi di aziende sponsor, hanno permesso l’acquisto di un pullmino donato all’oratorio di Don Niccolò.

Ma perchè Pulci e perchè Famose? Perchè a mettere in vendita i vari oggetti sono i VIP della tv, del cinema, della musica, dello sport e della cultura, che svuoteranno le loro cantine e solai con vestiti e cianfrusaglie varie, il vissuto personale che unisce appunto il concetto di pulci a quello di famosi. Venditore d’eccellenza sarà Max Laudadio, inchiestista storico di Striscia la Notizia, e co-fondatore dell’Associazione On.

Al mercatino di Pulci Famose, aperto all’Agenzia del Turismo della Provincia di Varese il 13 e il 14 Dicembre, si potranno trovare oggetti per tutte le tasche, accompagnati dalle fotografie autografate di ogni “famoso”. Ma non solo: a questo si aggiungerà un’emozionante gara di solidarietà, con offerte libere che si aprirà fin dal 5 Dicembre, via internet sul sito www.on-va.it, per terminare il giorno 14 alle 19 nello stesso scenario varesino.

Sarà questa una gara all’ultimo cent, aperta a tutta Italia, dove le offerte più generose, si accaparreranno gli oggetti più rari: dalla copia numero uno del cd “Via d’Uscita” dei Modà alla maglia indossata da Emma Marrone nel suo ultimo concerto, dal tapiro di Staffelli agli stivali da gara di Max Biagi, da una tela di Max Fontana al cappello di Oriana Fallaci. “Avendo visto tante disabilità nel dopoguerra in Italia e nelle tante guerre che ha seguito in tutto il mondo, – dichiara il nipote Edoardo Perazzi che ha donato anche un ritratto della zia scattato da Olivero Toscani – Oriana avrebbe apprezzato ed aderito con entusiasmo a questa iniziativa”.

E infatti la finalità del progetto è raccogliere i soldi necessari per rendere vero un sogno, quello del “Sentiero a Rotelle”, il primo sentiero montuoso in Italia percorribile in carrozzina, che verrà realizzato con la collaborazione di Free Wheels nella splendida cornice mozzafiato del Parco delle Cinque Vette nelle Prealpi varesine. Questi fondi si aggiungeranno a quelli già stanziati dalla Comunità Montana del Piambello nel progetto Bike Park di ValceresioBike, in cui il “Sentiero a Rotelle” è collocato. Il primo colpo di vanga verrà affondato dalle Protezioni Civili di Cuasso e Valganna nell’estate del 2015.

Tra i tanti VIP che saranno presenti con i loro oggetti Mister Forrest, 100% Brumotti e Giorgia Palmas, Alessandro Cattelan, Elenoire Casalegno, Costanza Caracciolo, Edo Stoppa e Juliana Moreira, Benedetta Parodi, Ringo, la Pina, i giocatori della pallacanestro Varese con Gianmarco Pozzecco e quelli del Varese Calcio, e naturalmente Max Laudadio. Un angolo curioso sarà quello dedicato alle veline, dove si potrà comprare un loro abito di scena scegliendo tra ben 34 coppie di vestiti donati.

Importante anche l’apporto dei volontari della On che hanno lavorato instancabilmente al progetto dietro le quinte, con un apporto che anche se invisibile, risulta indispensabile. “Ringrazio Goldplast, Marelli&Pozzi, OpenJobMetis, Triride, Lindt e tutte le Aziende che hanno voluto finanziare questo evento con entusiasmo e grande generosità – dichiara Max Laudadio. Senza di loro non ce l’avremmo fatta”. Visto il grandissimo successo dell’edizione scorsa e il grande appeal della manifestazione, Pulci famose poi sbarcherà anche in TV su La5 per Natale.

AGENZIA DEL TURISMO PROVINCIA DI VARESE

VIA IPPODROMO 9

13 e 14 DICEMBRE – 9.30/19.00

INGRESSO LIBERO

 

FOTO

5 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Le Pulci Famose di Max Laudadio per un sentiero disabili

  1. fabianoferrari16 il 16 dicembre 2014, ore 22:52

    Salve, Sono Fabiano Ferrari e ho 30 anni sono un Architetto disabile la fisiatra della USL 5 di Pisa mi ha affidato il complesso tema Dell orto terapia, ecco che insieme a un professore di agraria stiamo progettando un ‘ orto etico (se fosse interessato al progetto , collaborerei volentieri ) . Saluti
    fabianoferrari16@gmail.com

Rispondi

 
 
kaiser jobs