Varese

Varese, Riaperta via Spinelli, ma si svolta solo in una direzione

Da sinistra, Longhini e Galparoli

Da sinistra, Longhini e Galparoli

Riaperta questa mattina, intorno a mezzogiorno, via Spinelli. Poco dopo l’assessore alla Cultura Longhini e il consigliere comunale Piero Galparoli (entrambi appartenenti al gruppo Liberi per Varese) hanno effettuato un sopralluogo sul posto. Non era presente, pur annunciato, il videsindaco e assessore alle Opere pubbliche Mauro Morello.

“Via Spinelli era all’ordine del giorno da molto tempo – ha detto Longhini – dopo la chiusura per ragioni di sicurezza lo scorso febbraio. Ci sono stati disagi per i residenti ed i commercianti, oltre che per il traffico veicolare con la città di fatto divisa in due. L’apertura è stata effettuata in concomitanza del periodo natalizio con un ulteriore aumento di traffico. Forza Italia ha insistito in questo senso, fatte salve naturalmente le garanzie di sicurezza. E il nuovo gruppo Liberi per Varese…ha liberato via Spinelli, con tutta la maggioranza. Un atto amministrativo importante, reso possibile dal lavoro dell’ex vicesindaco Baroni e dal nuovo assessore Morello che ha sollecitato gli uffici per non perdere un minuto. Un risultato importante per tutta la città”.

Anche il consigliere Galparoli ha sottolineato “il risultato amministrativo, concreto, solo per l’interesse di Varese”. Ad oggi sono riaperte le due corsie verso la piazza: al semaforo si può svoltare solo a sinistra.

Settimana prossima riaprirà la rampa di uscita dal parcheggio. Si stanno valutando azioni correttive sul semaforo di uscita al fine di dare un piccolo miglioramento ad eventuali incolonnamenti interni che potrebbero generarsi nelle giornate di sabato.

Intanto, sull’ex caserma, continuano i lavori al fine di “legare” la facciata.

3 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Riaperta via Spinelli, ma si svolta solo in una direzione

  1. Rocco Cordì il 3 dicembre 2014, ore 20:14

    Non avrei mai immaginato che la riapertura di Via Spinelli rappresentasse un evento culturale così rilevante da scomodare l’assessore alla partita…. a meno che non ci si voglia dire che per comprendere cosa è realmente successo dobbiamo affidarci agli appassionati di storia!

Rispondi

 
 
kaiser jobs