Varese

Varese, Assemblea Confapi guarda al futuro. Colombo (Cgil): disponibili al confronto

Il presidente Franco Colombo

Il presidente Franco Colombo

“La crisi c’è ma si può batterla e per farlo bisogna decidere di sfidarla attingendo allo straordinario patrimonio rappresentato dai successi e dalle esperienze maturate dalle nostre aziende nel passato: il loro insegnamento ci serve per progettare il futuro. Un’Associazione rinnovata nella forma e nella sostanza può aiutare le imprese del nostro territorio: sfidiamo la crisi, progettando il futuro”. E’ uno dei passaggi più significativi della relazione del presidente di Confapi Varese Franco Colombo all’assemblea annuale dell’Associazione che si è tenuta oggi al Centro congressi di Ville Ponti.

Con Confapi Varese si sono schierate le istituzioni, che non hanno fatto mancare il loro sostegno. Il sindaco Attilio Fontana ha incoraggiato a continuare con la politica di aiuto al sistema imprenditoriale con tenacia, forza e coraggio (“con voi il Paese si rialza”) mentre il prefetto Giorgio Zanzi ha confermato la vicinanza all’Associazione e al presidente Franco Colombo. Non sono mancati i saluti della Provincia con l’intervento del vicepresidente Giorgio Ginelli e della Camera di Commercio col presidente Renato Scapolan.

A Marco Airaghi è toccato il compito di alzare il tiro parlando delle opportunità nel campo aerospaziale per le piccole e medie imprese, a Luciano Ferrante quello di illustrare la “rivoluzione” del temporary management, a Mario Cardoni (direttore generale Federmanager Nazionale) le competenze manageriali, a Massimo Nobili (presidente di Fincredit) la funzione dei Confidi applicati alle garanzie di credito bancario e a Silvia Spagarino le informative commerciali nel campo del credito: moderatore Marco Tenaglia direttore della rivista “Innovare”.

Ma soprattutto significative le parole del segretario generale Cgil di Varese, Umberto Colombo, che era presente all’assemblea: “Il chiaro messaggio lanciato dalla relazione del Presidente Confapi Varese Franco Colombo all’assemblea del 28 novembre di sfidare la crisi è senz’ altro da cogliere, soprattutto per lo spunto di finanziare idee che portino al consolidamento e allo sviluppo delle imprese varesine”- “La Cgil di Varese, come sempre, è disponibile ad un confronto sui temi del lavoro che possa rilanciare lo sviluppo dell’industria manifatturiera varesina, che deve però obbligatoriamente prevedere anche uno sviluppo dell’occupazione, sia con un incremento di posti di lavoro a tempo indeterminato sia nelle opportunità di crescita professionale per le lavoratrici e i lavoratori della nostra provincia, anche per le giovani generazioni”. “Per questo è utile ricordare – ha concluso Umberto Colombo – come le imprese varesine che più hanno investito sia nell’innovazione dell’impresa, sia nella formazione e qualificazione dei lavoratori, sono quelle che meglio hanno superato la crisi consolidando e migliorando la propria posizione sul mercato”.

29 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs