Varese

Varese, Congresso cittadino Lega Nord, Marco Pinti succede a se stesso

bandiere-legaIl Carroccio di Varese celebra finalmente il suo congresso cittadino, dopo che in passato nessun candidato era riuscito a succedere a Marco Pinti. Nel novembre di un anno fa il Carroccio non era riuscito a giungere ad un candidato unico, nessuno era riuscito a succedere allo stesso Pinti, che così rimase al vertice della Lega varesina in qualità di commissario.
Ora il Carroccio 2.0 ci riprova e domani 23 novembre si apriranno le urne nella storica sede di piazza Podestà. La prima convocazione è fissata per le ore 11 e  la seconda per le 12. Si prevede il risultato finale per le 12.30. Tra i militanti illustri Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia, che si recherà alla sede varesina per mettere la sua scheda nell’urna. 110 i militanti che hanno diritto al voto, tutti coloro che, dopo un anno trascorso da sostenitori, abbiano chiesto di entrare a pieno titolo nel partito. 
Ma questa volta non c’è grande pathos all’elezione: non ci sono più tre candidati, come  un anno fa, Anesa, Bordonaro e Gasparotto. Nessuna competizione, nessuno scontro nell’ombra. Invece candidato unico alla segreteria cittadina, ancora una volta Marco Pinti, che domani succederà a se stesso. Quanto al direttivo, dieci poltrone in tutto, saranno dieci i candidati e tra questi sono compresi i tre candidati a segretario cittadino di un anno fa.
Marco Pinti ora collabora attivamente con il segretario federale Matteo Salvini sui temi della comunicazione. Una garanzia, in un momento in cui il Carroccio , premiato dai sondaggi, sta cambiando, affrontando una mutazione profonda, lasciandosi alle spalle il vecchio partito federalista per puntare ad un soggetto politico più lepenista e nazionale.

22 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs