Varese

Varese, Il Premio Chiara si congeda con omaggio a Vittorio Sereni

Vittorio Sereni

Vittorio Sereni

Ultimo appuntamento culturale del Premio Chiara-Festival del Racconto sabato 22 novembre presso la Galleria Ghiggini di Varese alle ore 17 dal titolo “Amicizia, poesia e filosofia nella Milano degli anni Trenta” dedicato a Vittorio Sereni e Giancarlo Vigorelli con Gianmarco Gaspari, Angelo Stella, Matteo M. Vecchio letture con Silvia Giacomini.

Incontro sulle amicizie nate tra i giovani intellettuali della Milano degli anni Trenta: oltre a Sereni e a Vigorelli, Carlo Bo, Remo Cantoni, Alberto Mondadori e Gian Antonio Manzi.

Vittorio Sereni (Luino 1913-Milano 1983) è il più rappresentativo poeta italiano del Novecento. Designato già nel 1952 da Luciano Anceschi come caposcuola dei poeti di “Linea Lombarda”, Sereni deve la sua fama a quattro fondamentali libri di poesia: Frontiera 1941, Diario di Algeria 1947, Gli strumenti umani 1965, Stella variabile 1982. Dapprima insegnante nei licei, poi ufficiale dell’esercito italiano, Sereni fu per oltre vent’anni direttore editoriale della Mondadori. Di notevole interesse anche le sue traduzioni di poesia, in parte raccolte nel Musicante di Saint Merry, 1981. Accademico dei Lincei dal 1972, Sereni ci ha lasciato anche un memorabile libro in prosa, Gli immediati dintorni, apparso nel 1962 e, in edizione accresciuta, nel 1983.

Giancarlo Vigorelli (Milano, 1913-Marina di Pietrasanta, 2005), giornalista, scrittore, saggista e critico letterario italiano. Ha sviluppato negli anni un profondo studio delle opere manzoniane, divenendo uno dei principali conoscitori delle opere dello scrittore lombardo. Fonda e dirige la rivista L’Europa letteraria e diventa vicepresidente dell’Istituto Luce. Collabora negli anni con varie testate nazionali, sezione cultura, come La Stampa, Frontespizio, diviene critico letterario del settimanale Tempo, conquistando nel 1960 il Premio Saint Vincent per il giornalismo; gli viene successivamente conferito il Premio Nazionale Letterario Pisa alla carriera.

Gianmarco Gaspari, Bollate, 1955, è docente universitario di Lettere e direttore scientifico del Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali dell’Università dell’Insubria. Ha al suo attivo oltre duecento pubblicazioni, specie sulla letteratura italiana del Rinascimento e del Sette e Ottocento.

Angelo Stella, 1938, Travedona-Monate (Va). Abita a Pavia, città nella quale ha compiuto gli studi universitari nel Collegio Borromeo, allora diretto da Cesare Angelini. Nell’Università degli Studi di Pavia ha insegnato Storia della lingua italiana. È Vice Presidente dell’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere; Accademico della Crusca e dell’Arcadia, Presidente del Centro Nazionale Studi Manzoniani dal 2006. Presiede il Comitato scientifico per l’Edizione Nazionale ed Europea delle Opere di Alessandro Manzoni.

Matteo M. Vecchio, formatosi presso l’Università degli Studi di Firenze, è dottore di ricerca a Firenze, Parigi e Bonn. Ha collaborato con «Fronesis», «Il Foglio Clandestino», «Italian Poetry

Review», «L’immaginazione», «Materiali di Estetica», «Otto/Novecento», «Paragone Letteratura», «Poesia», «Rivista di Storia della Filosofia», «Studi Italiani». Di Antonia Pozzi ha curato Diari e altri scritti , con Onorina Dino, Milano 2008, gli appunti universitari e l’edizione

critica della tesi di laurea, Flaubert negli anni della sua formazione letteraria, Torino 2013; ha compilato inoltre la postfazione all’antologia pozziana Morte de uma estação Lisbona 2012.

Silvia Giacomini, 1976, è attrice di teatro e scrittrice. Dopo aver lavorato in alcune compagnie teatrali, ha fondato la propria compagnia, “I desideranti”. Ha inoltre curato la drammaturgia dello spettacolo “La visione e l’enigma” tratto da testi di Nietzsche, al quale ha partecipato anche come attrice. Ha realizzato, tra gli altri, uno spettacolo sulla mitologia degli alberi, andato in scena presso diversi spazi teatrali della regione. Da un suo racconto (pubblicato da Progetto Cultura) ha tratto il monologo “La vestale”.

19 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs