Caronno Varesino

Caronno Varesino, Festa per i 200 anni dell’Arma dei Carabinieri

1158_43“Vi chiederete forse perchè dei giovani, ragazzi e ragazze, oggi scelgano di fare il Carabiniere, che è comunque un’attività che mette a rischio la propria vita. La risposta è scritta nei nostri cuori: perché sentono alto il valore e l’onore della patria e della libertà”.

Queste le parole pronunciate dal vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani, rivolgendosi in particolari ai ragazzi delle scuole cittadine presenti alla manifestazione organizzata oggi a Caronno Varesino dall’Associazione Nazionale Carabinieri, per festeggiare i 200 anni dell’Arma.

Un momento di celebrazione che non ha certo mancato di ricordare anche il tragico episodio dell’attentato di Nassirya in Iraq, quando morirono 28 persone, tra cui 12 carabinieri, 5 militari dell’esercito e due civili. Era il 12 novembre del 2003, una data che stamattina è stata ricordata con la scopertura di una targa con la Preghiera del Carabiniere apposta sul monumento dedicato appunto ai Caduti di Nassirya.

Il vice presidente di Regione Lombardia ha portato il saluto del Presente Maroni e della Giunta regionale. Poi rivolgendosi ai numerosi carabinieri presenti ha sottolineato: “Vi chiamano generalmente ‘servitori dello Stato’, ma dato che lo Stato è un’entità indistinta, io preferisco pensare che siete ragazzi italiani al servizio del proprio paese e degli italiani”.

La giornata che a Caronno Varesino è stata tutta dedicata in onore dell’Arma dei Carabinieri è stata organizzata dal Comune e dall’Associazione Nazionale Carabinieri, sezione’Davide Martignoni’ di Carnago.

16 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs