Varese

Varese, Volontariato, Gunnar Vincenzi: privilegiati progetti su soggetti deboli

disabiliBandi regionali per volontariato e associazionismo: la Provincia di Varese ha pubblicato le graduatorie definitive dei progetti. In questi anni di forte emergenza sociale e di minori risorse economiche a disposizione, i bandi regionali, hanno continuato a promuovere e sostenere le attività degli enti del terzo settore operanti sul territorio lombardo, focalizzando il finanziamento su alcune precise aree di attività:

- tutela delle fragilità e promozione del welfare sociale

- prevenzione dell’esclusione e promozione della cultura di inclusione

- contrasto alle discriminazioni di ogni natura e di benessere psicofisico.

La Provincia di Varese, che ha ottenuto trasferimento regionale di 170.000 euro, ha finanziato 15 progetti che hanno, come filo conduttore, la persona che si trova in situazione di fragilità. Ai bandi hanno partecipato 50 tra associazioni senza scopo di lucro e Organizzazioni di volontariato impegnate su tematiche sociali molto diverse tra loro con l’obiettivo condiviso di rispondere a bisogni concreti. E’ bene infatti ricordare che spesso sono proprio queste realtà di volontariato operative sul territorio a intercettare in modo tempestivo situazioni e soggetti con disagi o difficoltà sociali.

Tra i 15 progetti finanziati ve ne sono alcuni che mettono al centro la persona ammalata come persona in sé, prima ancora che per la sua malattia (vedi i progetti di Associazione Parkinson Insubria, del Centro Ascolto Operate al Seno, Assoc. Polisportiva Dilettantistica per disabili Vharese, Associazione Italiana Famiglie ADHD, Ass. Azzardo e Nuove Dipendenze, Associazione Tutela Ammalati Psichici), altri che cercano di promuovere una cultura di inclusione e promozione alla socialità, con iniziative anche originali, a favore di persone che si trovano in situazioni di difficoltà (vedi i progetti di Polverfolk a favore dei malati di Alzheimer, Ass. A.V.U.L.S.S. di Tradate a favore di anziani soli, Ass. per l’assistenza ai carcerati e famiglie).

Vi sono poi progetti dedicati alle famiglie e ragazzi in difficoltà (vedi i progetti di Portofranco, Movimento e Centro di aiuto alla vita di Varese, Amici del Campetto nelle Case-famiglia) e che prevedono azioni sia in via preventiva che a seguito dell’evidenziarsi di problematiche varie. E infine progetti che indicano l’emergere, anche sul nostro territorio, delle cosiddette “nuove povertà” e che tentano di contrastare, nel tempo, il fenomeno dell’emarginazione sociale (vedi i progetti di Banco Solidarietà Alimentare Nonsolopane, Ass. I colori del mondo, la Soc. di San Vincenzo de’ Paoli Varese).

«Sarà nostro impegno, – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi – ,anche in futuro, porci al servizio delle categorie più svantaggiate, contribuendo allo sviluppo di progetti in loro favore, anche in un periodo difficile come questo con scarse risorse a disposizione. Per quanto riguarda il bando regionale di quest’anno, la Provincia di Varese, ha privilegiato i progetti riguardanti gruppi di soggetti bisognosi di attenzione e assistenza».

14 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs