Varese

Varese, il Pd Civati: ridurre oneri di urbanizzazione ai “rottamatori”

Da sinistra Civati e Mirabelli

Da sinistra Civati e Mirabelli

Si apre la guerra sugli oneri di urbanizzazione, uno degli strumenti fondamentali rimasti agli enti locali per fare cassa. Ieri, in Comune, il Partito democratico ha lanciato la sua proposta alternativa a quella della maggioranza di centro-destra. L’ha presentata Andrea Civati, consigliere Pd in Commissione Urbanistica, uno dei più attenti critici del Pgt quando quest’ultimo venne confezionato prima in Commissione e poi approvato in Aula.

Civati, affiancato dal capogruppo Fabrizio Mirabelli, ricorda che domani 13 novembre, nella seduta del Consiglio comunale, al terzo punto si discuterà di oneri di urbanizzazione, con l’assessore Binelli che presenterà una proposta già bocciata dalle opposizioni in Commissione, escluso Nicoletti (Movimento Libero) che ha votato a favore. “Una proposta, quella dell’assessore – incalza Civati – che privilegia i pochi e svantaggia i tanti”. Continua il consigliere Pd: “La proposta che arriverà in Aula, aiuta soprattutto i grandi interventi edificatori, che non hanno bisogno di vedere una riduzione degli oneri, mentre fa restare inalterata la situazione della maggioranza dei cittadini”.

Un no senza se e senza ma, quello del Pd, che in Aula presenterà un emendamento sulla questione. Al centro della proposta il concetto di “rottamazione edilizia”, che – presentato dal renziano Civati – appare molto coerente: “Una misura che incentiva l’abbattimento di edifici inefficienti, spesso in cattive condizioni, con forti segni di degrado, e la loro ricostruzione, una proposta che riduce decisamente il consumo di suolo”. Del resto, continua Civati, il referente Udc (partito ora entrato in maggioranza con un assessore, ndr.) ha sostenuto in Commissione Urbanistica la sua posizione favorevole alla “rottamazione”. Nel caso della “rottamazione”, l’esponente Pd spiega che l’emendamento prevede una riduzione di oneri fino all’80%. Nell’emendamento anche la riduzione degli oneri del 20% per gli ampliamenti, e una forte riduzione (fino al 50%) degli oneri in caso di interventi eco-sostenibili, di bio-edilizia.

“Si conferma con questo emendamento – chiosa il capogruppo Mirabelli – la scelta del Pd di criticare, di esprimere contrarietà, ma nello stesso tempo fare proposte alternative per la città”.

12 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs