Varese

Varese, Cgil: grave e ignobile l’atto compiuto al San Martino

Lo sfregio sul San Martino

Lo sfregio sul San Martino

A seguito del grave e ignobile atto compiuto presso il santuario dei Caduti del San Martino, luogo dove si svolse tra il 13 e il 15 novembre 1943 la battaglia in cui partigiani varesini sacrificarono la vita per dare a noi tutti libertà e democrazia,  la segreteria della Camera del Lavoro Territoriale di Varese esprime una ferma condanna per l’oltraggio e la grave provocazione di chiara matrice neo-fascista che offendono la coscienza dei lavoratori e dei cittadini antifascisti e democratici.

Per l’ennesima volta nella nostra provincia sono stati offesi i valori che stanno alla base della nostra democrazia e della libertà.

Chiediamo quindi alle Istituzioni di prendere una ferma posizione di condanna contro questo preoccupante gesto.

La CGIL di Varese nell’esprimere solidarietà all’ANPI si impegna a difendere i valori della Resistenza e della lotta di liberazione proponendo all’Associazione Nazionale Partigiani Italiani occasioni comuni di confronto con lavoratori e studenti varesini sui temi dell’antifascismo.

La segreteria della CGIL Varese

3 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs