Ispra

Ispra, La Commedia di Dante Alighieri secondo Antonio Bandirali

Dante Aighieri

Dante Alighieri

Nell’ambito del semestre italiano di presidenza Ue, si svolgerà un evento dal titolo “La natura nella Commedia dantesca”. Un incontro che si svolgerà il 17 novembre, alle ore 12, presso la Sala Auditorium del CCR di Ispra. La presentazione è a cura del professor Giampaolo Cottini, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Seguirà un intervento del professor Robertino Ghiringhelli, Presidente della Società Dante Alighieri Comitato di Varese.

E’ in programma la proiezione video di Antonio Bandirali in prima visione per l’Italia, curato da Francesco Riva. Con il patrocinio della Società Dante Alighieri.

Come spiega lo stesso Bandirali “La natura è uno dei mezzi principali dei quali Dante si è servito per dare un senso di realtà al suo viaggio spirituale nell’oltretomba nella narrazione del suo Poema”. Continua Bandirali: “La grandissima varietà degli ambienti e soprattutto le suggestioni di episodi e personaggi descritti nella Commedia Dantesca hanno rappresentato una fonte di ispirazione artistica nel corso di sette secoli, a partire dalle miniature dei codici del XIV secolo. Sono seguite illustrazioni xilografiche e le prime edizioni a stampa del XV e XVI secolo, per passare poi ai “grandi”, come Botticelli e, più avanti , Füssli, Flaxman, Blake, Ingres, Doré; e, quind, nel novecento, Carrà, De Chirico, Dalì, Guttuso…, solo per citarne alcuni”.

Bandirali spiega che “analizzando le opere di questi grandi maestri, ho però rilevato che i personaggi delle cantiche sono sempre rappresentati sullo sfondo di “teatri immaginari”, che non si attengono ai luoghi reali ai quali Dante presumibilmente si è ispirato. In questo mio personalissimo “viaggiare” ho allora inteso mettere in evidenza gli aspetti ambientali e naturalistici ancora rintracciabili serviti per scrivere il Poema”.

1 novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs