Varese

Varese, Ncd provinciale: in Comune squallida operazione da prima Repubblica

Raffaele Cattaneo, coordinatore provinciale Ncd

Raffaele Cattaneo, coordinatore provinciale Ncd

Non le manda a dire, il coordinamento provinciale dell’Ncd di Varese, ma mette nero su bianco un durissimo commento relativo alla crisi che in questi giorni si è registrata al Comune di Varese. Un Ncd che, con queste parole, dimostra di avere schiena diritta e forza politica.

Per l’Ncd provinciale di Varese “quanto avvenuto a Varese è molto grave e non potrà rimanere senza conseguenze: una squallida operazione da prima repubblica, orchestrata da Forza Italia con la Lega e il sindaco Fontana”. Quali i motivi? “Ragioni politiche che nulla hanno a che fare con la buona amministrazione della città e il volere degli elettori, di cui questa decisione si fa beffe”.

Continua Ncd provinciale: “E’ evidente che a Varese è cambiata la maggioranza politica attraverso un’operazione decisa a tavolino dalle segreterie dei partiti e calata sulla testa dei cittadini attraverso una sorta di ‘vendetta politica’”. Duro anche il giudizio sull’assessore Angelini e il consigliere Pramaggiore: “sono caduti in questo tranello, comportandosi come quei cristiani che incensavano l’imperatore sperando così di fermare le persecuzioni e ottenendo solo il risultato opposto, salvo quello di preservare per un po’ la propria testa”.

Per quanto riguarda il vicesindaco, Ncd provinciale parla di “vendetta compiuta a danno di Carlo Baroni che da Assessore e Vicesindaco ha sempre lavorato bene, con impegno e risultati nell’interesse dei varesini, come ha peraltro riconosciuto lo stesso sindaco”. Una scelta, quella di estromettere Baroni, che “indebolirà ulteriormente l’amministrazione comunale. Questo meccanismo innesca una deriva pericolosa e stabilisce un precedente di cui non si può non tener conto e cioè che un accordo a livello provinciale abbia ripercussioni a livello comunale. Se così stanno le cose, Lega e Forza Italia, che hanno agito così, non vengano poi a chiedere che analoghi comportamenti non si inneschino a livello regionale”.

Conclude la presa di posizione di Ncd provinciale: “Al Nuovo Centrodestra interessa mettere al primo posto i programmi, i contenuti e gli interventi che servono ai cittadini. È quello che abbiamo fatto finora e continueremo a fare, agendo di conseguenza. Nessuno però potrà ora chiedere a NCD di sostenere politicamente un’amministrazione che si comporta con noi in questo modo. Con questo tipo di centrodestra l’NCD non vuole avere a che fare semplicemente perché non ha futuro e saranno gli elettori a certificarlo, al massimo tra un anno e mezzo quando ci saranno le elezioni comunali”.

31 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, Ncd provinciale: in Comune squallida operazione da prima Repubblica

  1. ombretta diaferia il 2 novembre 2014, ore 14:52

    forse la nascita del nuovo centro destra è funzionale a rafforzare lo sfilacciamento di forze poco politiche?

    Varese sta girando come un calzino al vento del nord:
    - Fontana rimpasta l’amministrazione prealpina “cacciandoli” e “rimpiazzandoli”;
    - Maroni li conferma nella giunta regionale;
    - Vincenzi inaugura l’assemblea provinciale con alleanze;
    - Renzi ci governa il nazionale.

    la differenza sta nello sventolar bandiere, non nell’amministrar?

  2. UR MATOC il 2 novembre 2014, ore 18:58

    Lo scaltro Cattaneo vi sta prendendo tutti per i fondelli. L’unico a guadagnarci con questi giri di poltrone è solo lui, che ha messo tutti gli altri nel sacco.

Rispondi

 
 
kaiser jobs