Varese

Varese, l’uomo del banjo Marco Mock Zanzi alla scuola Vidoletti

Marco Zanzi

Marco Zanzi

Martedì 28 ottobre, alle ore 18, nell’aula magna della scuola media Vidoletti, in via Manin 3, a Varese (vicino al Palazzetto dello Sport), Marco Zanzi presenterà i suoi nuovi lavori musicali.

Marco, varesino classe 1959, grande passione per la musica, ascoltata e suonata, soprattutto (siamo negli anni Settanta) quella che arriva dagli States, country e bluegrass: e sin qui niente di speciale. Tanti i giovani come lui. Ma Marco detto Mock ha talento, polistrumentista autodidatta, predilezione per il banjo. Non si vive di sola musica e allora tanti anni da prof, una bella famiglia ma il fuoco sotto la cenere rosseggia. E così, grazie a internet, torna il primo amore, che non si scorda; Marco apre un sito per gli amanti dei Byrds, gli appassionati si incontrano e arriva Ronald Martin detto Ron, da Eden, North Carolina. Internet permette il dialogo, lo scambio di musica, nasce la Piedmont Brothers Band, che in principio è Marco e Ron (siamo agli albori del 2000) ma altri musicisti si aggregano, italiani e non solo.

Mock preme sull’acceleratore, alle cover si aggiunge qualche inedito, Ron ha ottima voce e consolidata creatività, Marco ci mette del suo. Il primo cd è ‘Bordertown’ (2008), cui fa seguito ‘Lights of your party’ (2011). Cominciano i concerti, Ron viene in italia, Marco vola negli Usa e arriva anche il tempo delle collaborazioni prestigiose, nomi che hanno fatto la storia di questo genere musicale: Rick Roberts (Flying Burrito Brothers…), Richie Furay (Poco…), Herb Pedersen (Desert Rose Band…), Barry McCabe. Altri cd: ‘The Piedmont Brothers Band III’ (2012), ‘Rarities’ (2013) e ‘Back to the country’ (2013). Ed è tempo, per Marco, di tentare anche la via di un progetto in solitaria: ha canzoni nel cassetto e amici che lo accompagnano volentieri nel suo nuovo viaggio, che sta tutto nel 2014, quando Mock vola di nuovo negli Usa, questa volta dall’amico Mike Gullivan, a Golden, in Colorado. C’è anche Ron, ci sono studi di registrazione e incontri con i miti del country bluegrass.

E a settembre il botto: escono in contemporanea i due cd del nuovo Marco Zanzi: ‘Time to start again’ e ‘Marco Mock Zanzi’. Anche qui abbiamo molti inediti e alcune cover prestigiose: Mock alterna chitarra, banjo, mandolino, dobro e soprattutto fa conoscere al pubblico la sua voce, appartata nei primi cd della PBB. Marco ha tanti amici, musicisti italiani che lo prendono a braccetto (Franco Svanoni, Manuel Corato, Francesco Frugiuele…), aiuti anche da Ray O’Neill dall’Australia. I due nuovi album di Marco sono dedicati al professor Alessandro Zerbi, noto oncologo della ‘Humanitas’ di Rozzano.

Per farla breve: chi vuole assaggiare questa musica per palati raffinati (distribuita da MRM Records, a branch of Appaloosa Records) può trovare tracce delle canzoni e ogni info sul curatissimo sito www.piedmontbrothersband.com, su youtube, può acquistare i cd nei migliori negozi di dischi o contattare direttamente mock (marcozanzi@tin.it)

22 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs