Cinema

E’ morta Lilli Carati, l’icona della commedia sexy italiana

Lilli Carati a Varese Cinema

Lilli Carati a Varese Cinema

E’ morta, dopo una lunga malattia, l’attrice varesina Ileana Caravati, nota al pubblico col nome di Lilli Carati. Una morte avvenuta in una struttura sanitaria di Besano: l’attrice aveva 58 anni, compiuti il 26 settembre. E’ entrata nella storia del cinema italiano come icona della commedia sexy, con Barbara Bouchet e Gloria Guida. I suoi funerali si svolgeranno domani nella chiesa di Induno Olona.

Lilli Carati, nata a Varese nel 1956, era partita come indossatrice e come Miss Eleganza nel concorso di Miss Italia. Prima pellicola importante, che l’aveva lanciata è stata “Avere vent’anni”, 1978, diretta da Fernando Di Leo, un film in cui era protagonista insieme a Gloria Guida. Ma a confermare il talento dell’attrice fu il bel film “Il corpo della ragassa” di Pasquale Festa Campanile, che era stato ricavato da un romanzo di Gianni Brera. Accanto a Lilli un altro interprete varesino, Enrico Maria Salerno.  Si erano poi avute apparizioni tv, servizi fotografici, altre pellicole. 

Purtroppo Lilli Carati ha incontrato la droga nella sua vita, un incontro che ha riguardato tanti della sua generazione. Nel maggio del 1988 i carabinieri la fermano vicino a Varese a bordo di una Fiat 128 in compagnia di un amico: Lilli consegna 4 grammi di eroina che ha cercato di nascondere negli slip. Scatta l’arresto. Per questo episodio nel 1993 verrà condannata a 5 mesi e 10 giorni con i benefici di legge. Negli anni successivi viene spesso invitata in programmi televisivi.

Indimenticabile l’improvvisa apparizione dell’attrice alla prima edizione della manifestazione “Varese Cinema”, quando Lilli salì sul palco in piazza Podestà insieme a veri miti come Renato Pozzetto e Massimo Boldi. Una bella edizione, condotta dal bravo giornalista Diego Pisati, mai più ripetuta e opportunamente cancellata, e che l’attrice aveva impreziosito con la sua partecipazione e i suoi ricordi. Simpatica e affascinante, aveva ricevuto l’applauso dei tanti spettatori presenti.

21 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “E’ morta Lilli Carati, l’icona della commedia sexy italiana

  1. giancarlo angeleri il 21 ottobre 2014, ore 21:23

    Come sempre, bravo Andrea! Quella riapparizione di Lilli la si deve unicamente a Diego Pisati, mio piu’ che braccio destro in anni mitici. Fiuto’ la sua presenza in Valganna, a Ghirla per l’esattezza, vicina alla sorella al cognato e agli adorati nipoti. E la seppe riportare sul palco di Varese (qui si che Diego meriterebbe solenne encomio) riavvicinandola a una citta’ che in fondo l’aveva sempre sentita vicina. Ora son ricordi e lacrime. Ma che ricordi e che sincere lacrime

Rispondi

 
 
kaiser jobs