Varese

Varese, Pinti (Lega): Ncd alla manifestazione oppure fuori da giunta

Marco Pinti, commissario Lega Nord a Varese

Marco Pinti, commissario Lega Nord a Varese

In vista della manifestazione di sabato 18 ottobre a Milano contro l’immigrazione clandestina, il commissario della Lega Nord Varese, Marco Pinti, incalza la maggioranza di governo della città: “ho aperto una riflessione con i militanti e gli amministratori della Lega – dichiara – perché credo sia giunto il momento di risolvere a Varese le contraddizioni tra il piano politico e quello amministrativo.”

“Per quanto mi riguarda, il 18 ottobre in piazza del Duomo si segnerà il confine tra chi sta dalla parte dei cittadini che soffrono la crisi e chi sta dalla parte del Governo che regala 47 euro al giorno ai clandestini e alle cooperative che gestiscono le strutture dove sono ospitati.”

Prosegue Pinti: “Sono contento quindi che  anche Forza Italia abbia aderito a questa manifestazione – a cui parteciperà con una delegazione guidata da Stefano Clerici – ma lo stesso mi aspetto dal Nuovo Centro Destra , altrimenti chiederò al sindaco Fontana di prendere atto che l’intesa politica con il partito di Alfano a Varese non c’è più.”

“Quello che chiedo agli esponenti al mondo ciellino di Varese – continua Pinti – è un simbolico, ma significativo di disobbedienza nei confronti della linea politica del loro partito di riferimento. Una disobbedienza – precisa – che non porti  a una scissione, ma che almeno apra una riflessione sul tema nel loro movimento. In caso contrario, ognuno prenda la propria strada.”

“Ma per separarsi – conclude – non servono a nulla i rancori e le accuse di tradimento nei recenti “ludi cartacei” provinciali, basta semplicemente prendere atto che su un tema centrale come la lotta all’immigrazione clandestina le nostre posizioni sono ormai inconciliabili”.

17 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Pinti (Lega): Ncd alla manifestazione oppure fuori da giunta

  1. Rocco Cordì il 17 ottobre 2014, ore 15:56

    Caro Pinti, vedo che gli immigrati continuano ad essere un comodo bersaglio per tracciare confini e sconfini, ma discutere di questo penso sarebbe fatica sprecata. Mi congratulo invece per il tuo pimpante ritorno in campo con due belle mosse degne di nota: la prima riguarda l’ordine dell’altro ieri al tuo gruppo consiliare di chiederti il permesso prima di parlare, la seconda l’intimazione all’NCD di darsi una regolata. Oh, finalmente! Era ora che qualcuno mettesse un po’ d’ordine in una maggioranza capace di “ricompattarsi” su tutto meno che sulle scelte da fare.

Rispondi

 
 
kaiser jobs