Varese

Varese, dopo Berlusconi, la cittadinanza onoraria avrà le sue regole

comune di VaresePassa all’unanimità la necessità che, entro 90 giorni dalla seduta del Consiglio comunale di ieri, il Comune di Varese adotti un regolamento per conferire la cittadinanza onoraria. Mai più, insomma, un caso Berlusconi o un caso Mussolini (per quanto quest’ultima sia stata una conferma), nomi che hanno diviso Consiglio e città. Questo, almeno, è l’auspicio di Luca Conte, consigliere comunale Pd che ha presentato la mozione approvata da tutti i consiglieri comunali.

Dice Conte: “In passato il conferimento della cittadinanza onoraria è stato occasione di divisioni e polemiche a Varese. Mentre dovrebbe essere un momento di condivisione e unità”. Con alcuni, inevitabili cambi di marcia: “Il regolamento – che sarà prima discusso in Commissione e poi approderà in Consiglio – continua Luca Conte - stabilirà con chiarezza competenze e iter”.

“Da questo punto di vista – conclude il consigliere Pd – credo che debba essere il Consiglio e non la giunta a conferire le cittadinanza onoraria che, altrimenti, diventa un’operazione di maggioranza. E poi deve esserci come requisito un chiaro e indiscusso rapporto con la città da parte di viene onorato con questo titolo”.

17 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs