Varese

Varese, dopo un anno la Rete Civica conta più di 18 mila utenti

La presentazione del bilancio di Varesewifi

La presentazione del bilancio di Varesewifi

La rete Varesewifi, ad un anno di distanza dalla sua inaugurazione, può contare su oltre 18.000 utenti registrati e 23hotspot attivi. Rispetto ai 18 iniziali, sono stati aggiunti 5 nuovi Access Point. L’upgrade più importante del sistema riguarda la sede del Municipio, Palazzo Estense, dove sono stati installati degli hotspot nei punti più frequentati dal pubblico e dagli addetti (Ufficio Anagrafe per il pubblico, Salone Estense per il pubblico ed organizzatori eventi, Sala Giunta per organizzatori eventi, Sala Matrimoni per il pubblico, Sala Montanari per organizzatori eventi).

A presentare le novità questa mattina l’assessore alla Cultura Simone Longhini, Marco Bellini, amministratore delegato e Marco Zamberletti, Marketing & Sales Manager di Internet One Srl.

Spiega l’assessore Longhini: “Ad un anno esatto dall’attivazione del servizio pubblico e gratuito di Varese WiFi i dati vanno ben oltre le previsioni e anche le più ottimistiche aspettative. Gli utenti registrati finora sfiorano i ventimila, una cifra davvero importante per un comune di 80.000 abitanti. In questo modo abbiamo voluto garantire un servizio utile, efficace e quotidiano innanzitutto ai varesini – studenti, lavoratori e commercianti – ma anche ai turisti in visita nella nostra città visto che il 30% delle registrazioni è riconducibile a Sim di operatori esteri. Un ottimo biglietto da visita per Expo, grazie al quale Varese si dimostra aperta ed accogliente, anche dal punto di vista tecnologico”.

Costante aumento degli utenti registrati con una media mensile che supera le 1500 registrazioni. Come è normale che sia, i picchi di registrazioni avvengono nei mesi estivi, quando la gente tende a stare maggiormente all’aperto. Interessante è il dato relativo alle registrazioni con SIM di operatori esteri e quindi riconducibili ad utenti stranieri. Circa il 30% del totale delle registrazioni è stato effettuato da stranieri. Varesewifi sembra, quindi, essere un servizio molto apprezzato da turisti o da chi è in visita nella nostra città.

La data in cui è avvenuto il maggior numero di registrazioni nell’arco dell’anno è il 27 giugno. In quella giornata il centro cittadino fu caratterizzato dall’evento “Il Festival delle Arti di Strada”. La seconda data, esattamente un mese dopo, coincideva con i Mondiali di Canottaggio che hanno riempito la città di eventi collaterali.

Non semprele fasce orarie di maggior utilizzo corrispondono alle fasce con il maggior traffico di dati (download/upload). Ad esempio nel picco del mattino le connessioni sono tante, ma con pochi dati trasferiti e di durata limitata. Un dato che potrebbe far pensare ad un uso veloce del wifi per scaricare la posta o dare un’occhiata ai social network. La maggior quantità di dati trasferiti avviene invece in pausa pranzo e in luoghi dove si può stare seduti: Piazza Monte Grappa, Piazza XX Settembre, Giardini Pubblici.

 

15 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs