Luino

Luino, negli atti del convegno su Chiara molte curiosità e un inedito

La presentazione del volume

La presentazione del volume

E’ stato presentato questo pomeriggio a Villa Hussy di Luino un volume che è stato realizzato per raccogliere gli interventi scaturiti dalla celebrazione del centenario della nascita dello scrittore luinese Piero Chiara. Nell’ambito del cartellone del Premio Chiara-Festival del Racconto è stato inserito opportunamente il lancio di un volume dal titolo Il ‘mago del lago’. Piero Chiara a cent’anni dalla nascita, volume a cura del bravo Mauro Novelli, che tra l’altro riporta tra noi una bella collana del Premio Chiara, “Confini. Quaderni del Premio Chiara”. A presentare il corposo volume, pubblicato da Francesco Nastro Editore, nella suggestiva location luinese, lo stesso curatore Novelli, Bambi Lazzati, direttore del Premio Chiara, Alberto Brambilla, studioso, che recentemente ha riunito gli scritti ciclistici dello scrittore, e Alessandro Franzetti, in rappresentanza dell’amministrazione comunale.

Pubblico attento alla presentazione degli atti del convegno che nel settembre dello scorso anno si è svolto tra Varese e Luino. Un volume che si apre con la riproduzione fotografica del testo di Chiara “La forza della sua parola”, che precede i 16 interventi di studiosi che operano in Italia, Svizzera e Stati Uniti e che hanno costituito i contenuti del convegno organizzato dal premio intitolato all’autore luinese.

Diversi i contributi di grande interesse: dal rapporto tra Chiara e D’Annunzio indagato da Raffaella Castagnola al rapporto tra lo scrittore luinese e l’amatissimo Casanova, un rapporto studiato da Serena Contini, per continuare con un coltissimo studio dell’ottimo critico letterario Ermanno Paccagnini, Merita attenzione il testo su Chiara sceneggiatore proposto da Cinzia Masotina, e non manca di destare interesse un intervento di Pietro Montorfani sul rapporto tra Chiara e Manzoni. Un volume che certamente si impone negli studi sul “mago del lago” (definizione che si deve al genialissimo Zavattini: ma qualcuno se lo ricorda ancora?), ma che può essere sfogliato anche dal curioso alla ricerca di aspetti inediti e curiosità.

11 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs