Varese

Varese, le Visioni della Badessa Ildegarda richiamano pubblico al Sacro Monte

Il ritratto della santa presentato da Carnio e Sironi

Il ritratto della santa presentato da Carnio e Sironi

Ha richiamato numerosi fedeli e curiosi al Sacro Monte di Varese, presso la Chiesa dell’Annunciazione, una figura lontanissima nel tempo, ma che mantiene intatto il suo fascino: la badessa Ildegarda di Bingen. A questa figura di mistica e di poetessa è stato dedicato un reading che ieri pomeriggio è stato introdotto dalle parole dell’arciprete don Villa e poi da quelle del critico Silvio Raffo.

Nella sterminata opera di Santa Hildegarde Von Bingen (1098- 1179), l’evento – nato da un’idea di Maria Grazia Sironi – ha dato particolare visibilità alle Visioni della mistica tedesca, immagini suggestive evocate dalle letture di Valentina Vannetti, Eugenia Marcolli e Manuel Villa con la partecipazione dell’attore Nicola Tosi e del soprano Georgiano Marine Gulasvhili; la sua voce sarà accompagnata dal “Salamuri”, flauto medioevale suonato da Michel Frequin.

Ad impreziosire ulteriormente la manifestazione dedicata alla Badessa un bel ritratto che è stato realizzato da Susanna Carnio, studentessa del Liceo Artistico di Varese.

 

10 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs