Varese

Varese, Urban Canvas, un passo verso una rete di street-artisti

Ileana Moretti e gli street artisti

Ileana Moretti e gli street artisti

Bilancio positivo per il progetto Urban Canvas, che venerdì 3 e sabato 4 ottobre ha coinvolto artisti e cittadini. Un momento organizzato da Wg Art.it e dal Comune di Varese che punta a riqualificare alcuni spazi della città.

Tra le azioni lanciate dalla manifestazione la “piazza d’arte” che è nata in via Speri della Chiesa Jemoli, che sabato scorso è stata chiusa al traffico automobilistico, e in cui si sono dati appuntamento live painting, musica e fotografia. In particolare si è espresso il duo di artisti Urban Solid, che ha creato un grande orecchio che usciva dal muro.

Altre iniziative sono state realizzate nel sottopasso di Via Mozart ‐ Via Toti, che offre uno spazio dove dipingere con ogni tecnica – graffiti murales, stencil – dopo che gli artisti hanno registrato il loro nome e versato una quota per utilizzare lo spazio.

“Un’esperienza positiva, quella di questi giorni – dichiara Ileana Moretti, presidente di Wg Art -. Dopo tre anni di nostra presenza a Varese, questo nuovo appuntamento è stato un ulteriore passo nel creare una rete tra esponenti della street art, progetti, opere. Un passo avanti anche verso l’Expo, che sarà un momento importante anche per un progetto d’arte che vive negli spazi urbani”.

5 ottobre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs