Varese

“Sentieri da vivere 2014″ con Max Laudadio, tante le adesioni femminili

Da sinistra Laudadio, Della Chiesa e Laurenza

Da sinistra Laudadio, Della Chiesa e Laurenza

Dopo il successo della prima edizione di Sentieri da Vivere 2013, che ha registrato circa centocinquanta presenze ed è culminata con l’accensione della croce sul monte Poncione a Capodanno, l’Associazione ON torna sui sentieri del Parco delle Cinque Vette per far risplendere quel tratto di bosco che dall’Alpe Tedesco porta alla vetta del Val De’ Corni.

“La collaborazione con l’Università dell’Insubria lo scorso anno, ci ha insegnato non solo di quali lavori il bosco avesse bisogno per rimanere in salute – dichiara Max Laudadio, socio fondatore di ON – ma anche cosa fare perché potesse apparire in tutta la sua bellezza. E proprio per garantire un risultato in termini di bellezza, lanciamo un appello a tutte le donne perché partecipino alla sistemazione del nuovo sentiero”.

Le prime donne che hanno risposto con entusiasmo all’invito dell’Associazione ON sono Maria Sole Demedio, presidente della Comunità Montana del Piambello, Paola Martinelli e Bruna Jardini, rispettivamente sindaci di Cuasso e Valganna, e Paola Della Chiesa, Direttrice dell’Agenzia del Turismo della Provincia di Varese.

La presenza femminile dell’edizione 2014 di Sentieri da Vivere potrebbe, quindi, diventare schiacciante, se non fosse per la partecipazione degli uomini della Protezione Civile di Cuasso, che hanno già fatto i principali lavori di messa in sicurezza del sentiero, e di uno squadrone di tifosi del Varese Calcio reclutati da A.S. Varese 1910.

“L’anno scorso hanno partecipato una trentina di ultrà – racconta Max Laudadio – e hanno fatto un lavoro incredibile. Sono stato il loro capogruppo per una giornata intera e sono rimasto sorpreso dalla loro meticolosità. Quest’anno dovranno fare ancora di più se non vorranno essere superati dal gruppo delle donne!”.  Basterà aspettare il primo appuntamento di Sentieri da Vivere per sapere se prevarrà la squadra femminile o quella maschile.

All’evento dell’Associazione ON, che si terrà nelle giornate del 21 e 28 settembre, può partecipare chiunque abbia compiuto diciotto anni e che voglia lasciarsi contagiare dalla bella sensazione del fare.

Il laboratorio di questa settimana per i bambini prevede la preparazione di una lanterna per San Martino, con la collaborazione della Fondazione Giacomo Ascoli.

Il ritrovo è alle 8.15 al parcheggio dell’Alpe Tedesco, dove si terrà un briefing sui lavori – raccolta e accatastamento ramaglie per favorire la ripresa primaverile delle specie del sottobosco, rimozione erbe ed arbusti invasivi ed infestanti come la vitalba, i rovi e il pioppo tremolo, sistemazione panchine – facendo colazione con le briosches di Bacilieri. Alle 13.30 è previsto il termine dei lavori con un pranzo offerto dagli Alpini di Cuasso al Monte con la partecipazione del birrificio Poretti.

Chi volesse portare i propri bambini, di età superiore ai sei anni, potrà affidarli alle volontarie di ON e della Fondazione Giacomo Ascoli fino al termine dei lavori sul sentiero. E’ previsto un laboratorio per costruire dei gufetti con le noci, oltre a una passeggiata nel bosco.

Per iscriversi basta una e-mail a oneventi@on-va.it con la data e i nomi e cognomi dei partecipanti.

Tutti gli aggiornamenti verranno pubblicati sulla pagina facebook di ON https://www.facebook.com/AssociazioneON

25 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs