Varese

Varese, la Belle époque di Chiodetti, uno spettacolo fuori dal Comune

Accanto a Chiodetti le brave e belle Sarti e Cavinato

Accanto a Chiodetti le brave e belle Sarti e Cavinato

Chicche e rarità sono state elargite a piene mani, ieri pomeriggio al Cinema Teatro Nuovo di Varese, dall’inesauribile Mario Chiodetti, che insieme a tre belle e brave artiste, e al maestro Miotti (componenti dell’ensemble Grande Orfeo) ha festeggiato, fuori dal Comune, il centenario della Biblioteca Civica di Varese. Al posto della torta con le cento candeline, uno spettacolo simpatico e raffinato che aveva per titolo “Bagliori di Belle époque”, una lunga corsa attraverso la canzonetta da fine Ottocento alla grande tragedia del Primo conflitto mondiale.

Uno spettacolo che, come ha sottolineato all’inizio il giornalista Cesare Chiericati, è stato autofinanziato, nel senso che un gruppo di amici ha finanziato lo spettacolo che, inizialmente, avrebbe dovuto essere ospitata presso la Biblioteca Civica, ma così non è stato. Un vero peccato: si è trattato così di…uno spettacolo fuori dal Comune, in tutti i sensi. Sia pure con un allestimento ridotto all’osso, Chodetti e le interpreti presenti sul palco hanno evocato un’atmosfera perduta, magica, punteggiata di celebri autori, come Boito, Marinetti, Linati, ma anche da vere rivelazioni, come nel caso di uno strepitoso futurista che si chiamava Volt (ma il suo vero nome era Vincenzo Fani Ciotti) di cui Chiodetti e la bravissima e fascinosa Rosa Sarti interpretano un incredibile “Vareese”.

Oltre a Chiodetti, uomo dalle mille risorse, con una natura camaleontica, calcano il palco, tra piume e cilindri, palpiti di giovani innamorate e bagliori di strage all’orizzonte, Rosa Sarti, brava e molto professionale, che ad un certo punto sfoggia un abito che sembra cucito da Depero, la imponente e fantastica soprano Mariachiara Cavinato, e una rivelazione dello spettacolo, la bionda e raffinata Francesca Maffei, che si aggira languidamente in scena. Uno spettacolo godibilissimo, ironico e ben costruito, che speriamo di potere ammirare ancora.

22 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs