Varese

AgriVarese, pienone di visitatori nella fattoria del salotto buono

L'inaugurazione di AgriVarese

L’inaugurazione di AgriVarese

AgriVarese è cambiata: attenzione ancora più accentuata alle aziende agricole della provincia, una organizzazione logistica più attenta ai Giardini (le gabbie sono tutte fuori dal manto erboso, che, anzi, è stato “transennato”), la volontà di guardare con grande attenzione all’appuntamento con Expo.

Resta sempre uguale la capacità degli organizzatori, Camera di commercio (attraverso AgriVarese) con il Comune in primis, di avvicinare il mondo dell’agricoltura ai cittadini, alle famiglie, soprattutto ai più piccoli, che si aggirano in questa fattoria degli animali con curiosità e gioia. Una fattoria realizzata nel centro della città, nel salotto buono di Varese.

Questa mattina, al taglio del nastro, erano presenti tutte le autorità. A tirare le fila della complessa organizzazione è stato il presidente Renato Scapolan: “Il settore agroalimentare ed agricolo fanno parte di un grande sistema, di cui fanno parte anche il turismo, le associazioni di categoria, le forze dell’ordine. Un sistema che qui si mette in vetrina grazie all’amministrazione pubblica della città che è molto attenta e con dei cittadini danno risalto con la loro partecipazione”. “Dire chi sono questi operatori e cosa fanno – conclude Scapolan – è una cosa molto importante”.

“Finché resterò ad occuparmi dei problemi della città – risponde il sindaco Fontana – sono a vostra disposizione per le manifestazioni relative all’agricoltura. La nostra città vuole essere vicina all’agricoltura”.

“Credo proprio che, per usare un’espressione del segretario generale Temperelli – sottolinea Ferdinando Fiori, componente di Giunta della Camera di Commercio –, questa fiera dimostri come Varese possa essere “fiera” di una Camera di Commercio capace di concentrare tanta attenzione e tanta passione attorno alla sua economia, di cui il primario è uno dei settori fondamentali.  Abbiamo raggiunto, ancora una volta, l’obiettivo di far avvicinare al più vasto pubblico la nostra agricoltura, con la sua attività ad alto profilo. In particolare, non solo i bambini ma tutti i visitatori sono rimasti affascinati dalla possibilità di un contatto diretto con gli animali delle nostre fattorie”.

Un momento importante, il taglio del nastro, che dà il via alla partecipazione dei varesini, che fin dal primo mattino arrivano ai Giardini Estensi. Tanti gli stand, tra i quali spicca quello del club di prodotto dei cavalli. Particolarmente apprezzato lo spazio di piazza Ragazzi del ’99, dietro la Camera di Commercio, con un “Villaggio del Gusto” dove un migliaio di persone ha potuto assaporare le prelibatezze varesine. Tra le curiosità della kermesse c’è anche lo stand della Banca d’Italia che, in via Sacco, informa sulla nuova banconota da dieci euro.

21 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs