Sirmione

Sirmione, la forzista Comi: Marò liberi oppure sanzioni all’India

I due marò italiani

I due marò italiani

Da #Forzafuturo, la scuola di formazione politica di Sirmione, l’eurodeputata Fi Lara Comi lancia un messaggio chiaro: “I marò tornino entrambi a casa oppure si applichino sanzioni economiche all’India. Perché dire sì alle sanzioni alla Russia e invece dire no a quelle all’India? Eppure le sanzioni alla Russia puniscono il nostro sistema economico, soprattutto le aziende del Nord, l’export italiano subisce ripercussioni negative gravissime”.

Continua la Comi: “Il tema energetico è un incubo che aleggia sulle nostre teste. Per non parlare delle altre ripercussioni che potremmo subire da parte della Russia, come la chiusura dello spazio aereo sul suo territorio. Nonostante questo noi, con l’Ue, abbiamo deciso che la Russia va sanzionata. Una decisione discutibile, che non condivido”.

“Ma ciò che mi indigna profondamente – rimarca l’eurodeputata forzista – è che si usino due mezzi e due misure: sanzioni ai russi, ma nessun embargo nei confronti dell’India che trattiene ingiustamente da oltre due anni i nostri marò. Si esca da questa ambiguità e si faccia di tutto per rimpatriare i nostri fucilieri.”

Lara Comi ha partecipato al panel sul tema: “Mondo chiama Europa: le riforme possibili”.

20 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Sirmione, la forzista Comi: Marò liberi oppure sanzioni all’India

  1. klement il 24 novembre 2014, ore 08:32

    Così India e Russia (con magari pure Cina) faranno un unico blocco antioccidentale, e magari bloccheranno il made in Italy.
    Riprendiamo piuttosto l’ipotesi di rimpatriare i trafficanti indiani. Per i piloti del Cermis, gli Americani hanno dato la sola baraldini

Rispondi

 
 
kaiser jobs