Varese

Varese, solidarietà di Casa Pound a Clerici, striscione in viale Borri

Lo striscione di Casa Pound in viale Borri

Lo striscione di Casa Pound in viale Borri

“Voi giocate, Varese muore!”. È quanto si legge sullo striscione affisso dai militanti di Casa Pound Italia in viale Borri. ”A Varese – afferma Gabrielle Bardelli, responsabile cittadino di CasaPound Italia – assistiamo all’ennesimo derby politico tra partiti totalmente autoreferenziali. Ancora una volta questi signori dimostrano che ciò che conta per loro non è la gestione della cosa pubblica a vantaggio dei cittadini, ma il fatto che la propria ‘squadra’ vinca la battaglia delle parole”.

“Da un lato – prosegue l’esponente di Cpi – da oltre un mese siamo inchiodati ai diktat di certi ‘tribunali del popolo’, pronti a colpire chiunque esprima un’opinione politicamente scorretta o comunque non allineata al pensiero unico, e dall’altro problemi secondari come qualche albero o dei tavolini vengono eretti a questioni cruciali per il destino di Varese. A Stefano Clerici esprimiamo solidarietà, perché conosciamo molto bene i metodi di chi cerca ogni pretesto per costruire un nemico pubblico contro cui accanirsi, ma ciò che ci interessa sottolineare è che quello che sta andando in scena è un misero tentativo di distrazione di massa, utile solo a chi vuol far dimenticare lo stato di Varese”.

“Per questo, mentre nel palazzo si discute di questioni irrilevanti o non determinanti per la vita dei cittadini, noi continuiamo a far sentire la nostra voce nei quartieri popolari e in particolare in una periferia quanto mai abbandonata a se stessa, il cui degrado e la cui lenta agonia – conclude Bardelli – sono e dovrebbero essere per tutti in cima ai veri problemi da affrontare”.

19 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs