Varese

AgriVarese ai Giardini, una finestra sul mondo agricolo del territorio

I protagonisti della presentazione di AgriVarese

I protagonisti della presentazione di AgriVarese

La fiera AgriVarese, vetrina del settore primario in provincia di Varese, sta arrivando ai Giardini Estensi e nelle vie del centro. La Fiera dell’Agricoltura organizzata dalla Camera di commercio di Varese attraverso l’azienda speciale Promovarese, con il Comune e le associazioni di categoria, è in programma nel salotto buono della città giardino domenica 21 settembre a partire dalle ore 9.30. Una giornata ricca di iniziative, proposte, novità. Ma soprattutto della possibilità di gustare i prodotti locali più prestigiosi.

A lanciare l’iniziativa, che lo scorso anno ha registrato 40mila visitatori e che domenica si appresta a registrare un ulteriore aumento di presenze, il vertice camerale varesino alla presenza dell’assessore all’Agricoltura del Pirellone, Gianni Fava, e dei dirigenti delle associazioni del settore. “Una manifestazione importante, che merita, il prossimo anno, di figurare all’interno del calendario delle iniziative di Expo – dichiara Fernando Fiori, imprenditore agricolo di Casbeno, esponente della giunta camerale -. Una finestra su un settore con numeri importanti per il nostro territorio, in cui le difficoltà sono state trasformate in più qualità”.

L’evento AgriVarese, organizzato nella bella location dei Giardini Estensi, proporrà gli animali delle fattorie varesine, la produzione agroalimentare, il florovivaismo, tante facce ben rappresentate da una fiera che, come ha sottolineato Sergio Ghiringhelli, assessore a Commercio e Promozione del territorio del Comune di Varese, “ha dimostrato di sapere crescere in un paio d’anni, diventando un punto di riferimento significativo, segno che parliamo di un buon progetto”. Scopo di AgriVarese è, per Ghiringhelli, “riformulare la vecchia concezione dell’agricoltura, che ci pare ormai lontana”. Il prossimo anno diventerà l’evento di chiusura di Expo, che vedrà a Varese svolgersi l’ultima tappa del Tour di Regione Lombardia (il 15 marzo), seguita dalla Festa della Primavera, dedicata al mondo agricolo.

Rudi Collini, presidente dell’azienda speciale Promovarese, ha rimarcato il carattere di gioco di squadra che ha caratterizzato la preparazione della Fiera varesina dedicata al settore primario e che ha tagliato il traguardo della sua 18a edizione.

Di “ritorno alla sua vocazione” ha parlato l’assessore all’Agricoltura Fava, di “una risorsa che può diventare fondamentale per il rilancio del territorio varesino, pur essendo sbilanciato su altri settori”. “Una manifestazione – ha proseguito Fava – che coniuga la riscoperta della zootecnia , soprattutto quella della montagna, con il florovivaismo, che quest’anno, per la prima volta, ha registrato una discreta ripresa, ha segnato un’inversione di tendenza”. AgriVarese, inoltre, “per una serie di vicende che riguardano questa provincia, sta diventando l’unica vera rassegna per il settore primario”. Fava ha concluso augurandosi che il governo “rinunci a recuperare fiscalità dall’agricoltura”,

Hanno poi preso la parola i rappresentanti delle associazioni di categoria: Invernizzi di Apa, Renzoni di Coldiretti e Gervasini di Coldiretti. In chiusura è intervenuto anche il segretario generale della Camera di Commercio di Varese, Mauro Temperelli, con una battuta: “Se a Varese c’è la Fiera di Varese, Varese può essere fiera di questa Camera di commercio”.

 

 

17 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs