Varese

Varese, cipressi ai Giardini, l’assessore Clerici annuncia la “linea morbida”

L'animato confronto tra Clerici e alcuni cittadini

L’animato confronto tra Clerici e alcuni cittadini

Continua la protesta del ragazzo arrampicato su uno dei 16 cipressi che il Comune intende abbattere, una scelta ratificata iContinua la clamorosa protesta del ragazzo arrampicato su uno dei 16 cipressi che il Comune intende abbattere, una scelta ratificata in Commissione dalla maggioranza di centrodestra più consigliere grillino. Michele Forzinetti, il 26enne varesino che da quasi una settimana ha deciso di salire sul cipresso numero 9 per stoppare il suo taglio, anche oggi è stato circondato da affetto e solidarietà di tanti varesini, soprattutto giovani e giovanissimi, che si sono recati alla base dell’albero nel cuore dei Giardini per portare a Michele i loro saluti, ma anche bevande e alimenti.

Oggi era presente anche l’assessore al Verde Pubblico, il forzista Stefano Clerici, che ha lanciato l’idea di segare i 16 alberi, una decisione che fu poi stoppata dallo stesso sindaco Fontana. Poi la decisione della Commissione e ora la clamorosa scelta di Michele. Clerici è stato oggetto di contestazioni e di dissensi da parte di alcuni presenti, con i quali l’assessore ha dialogato a lungo. Poi è stato raggiunto da altri due assessori, il forzista Montalbetti e il leghista Piatti.

In effetti sembra che il clima stia cambiando, soprattutto dopo le preoccupazioni e la contrarietà espressa da numerosi varesini in questi giorni, una parte di opinione pubblica che in una processione ininterrotta si è recata al cipresso su cui sta Michele. Lo stesso assessore Clerici, incontrando i giornalisti, è parso cercare di gettare acqua sul fuoco: “L’intervento del taglio dei cipressi – ha dichiarato Clerici – è giusto, ma non è prioritario, non è certo un intervento che sarà realizzato dall’oggi al domani”. Clerici ha detto di volere passare “dall’emotività alla razionalità”.

Dunque, i cipressi sono stati graziati dall’assessore forzista? “No, non ho detto che ci abbiamo ripensato, ma che la data del taglio non è stata fissata, e che è stato collocato in un più ampio progetto di riqualificazione dei Giardini in vista di Expo”. Un progetto al quale Clerici ha auspicato che giungano contributi diversi, di esperti, associazioni, cittadini comuni. Ma non è chiaro quando tutto questo avverrà concretamente.

 

 

 

 

 

16 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs