Varese

Varese, termina la Campionaria con una lieve flessione di presenze

fieradivareseSi è chiusa ieri sera con la festa dell’arrivederci la dodicesima edizione della Fiera di Varese organizzata da Manazza Gefra con il patrocinio del Comune di Varese e il sostegno di Ubi – Banca Popolare di Bergamo.

Duecento le aziende presenti a questa edizione, tenutasi anche quest’anno nei padiglioni coperti di 8000 mq allestiti alla Schiranna di Varese. Il programma degli eventi è ruotato attorno ai temi della salute, della solidarietà, della sicurezza e alle tematiche di Expo 2015 e ha visto la presenza contemporanea della kermesse Varese Cavalli.

Un palinsesto che anche in questa edizione ha consentito di attrarre visitatori varesini e non solo, anche se, commenta Rosario Mandoliti Riccio, presidente dell’azienda organizzatrice Manazza Gefra srl, “quest’anno abbiamo registrato una lieve flessione di presenze. La collaborazione con Varese Cavalli ha peccato di mancanza di coordinamento e non ha dato i risultati sperati. In più, anche il piccolo aumento del prezzo il biglietto (da 5 a 6 euro a persona, ndr) ha contribuito a nostro avviso a disincentivare l’afflusso. Per l’anno prossimo la nostra volontà è di tornare ad applicare la solita tariffa, non escludendo nemmeno di passare, se possibile, all’ingresso gratuito. Una misura questa, che unita all’anticipazione della fiera a settembre, periodo in cui il lago di Varese è più suggestivo e attrattivo, potrebbe rilanciare ulteriormente la manifestazione”.

Nel dare appuntamento alla prossima edizione 2015, Mandoliti Riccio intende ringraziare “le aziende partecipanti per aver continuato ad investire nella Fiera e tutti i gli enti, le associazioni e i gruppi di i volontari che si sono spesi per la buona riuscita degli eventi, Gabriella Cameli per l’organizzazione del palinsesto di attività e l’Amministrazione Comunale di Varese nella persona dell’Assessore Sergio Ghiringhelli e del suo staff”.

15 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs