Politica

La forzista Comi: tornino a casa i marò. Interrogazione a Bruxelles

marò“Riportiamo a casa i nostri marò. Da due anni e mezzo Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono ingiustamente detenuti in India. Il nostro Governo non è riuscito a risolvere la questione”. Interviene nuovamente sui due marò italiani, l’eurodeputata forzista Lara Comi.

Continua Lara Comi: “Adesso la situazione precipita per le condizioni di salute di Latorre, colpito nei giorni scorsi da un’ischemia e che deve poter proseguire le cure in Italia. Come europarlamentare ho deciso di depositare un’interrogazione per chiedere quali misure siano state adottate o si intendono adottare per risolvere la vicenda e per consentire il rientro definitivo dei due fucilieri in Italia. Chiedo inoltre come l’Ue intenda far rispettare i diritti umani violati sul piano europeo e internazionale e far risarcire i due marò dei danni subiti. Infine se abbia sia stata valutata l’opportunità di procedere a sanzioni di tipo economico-commerciale”.

“E’ incredibile – dice ancora la Comi – che ai due fucilieri non sia stata ancora formalizzata una valida accusa (con evidente violazione dei diritti umani) e che il processo sia stato rinviato nuovamente al 14 ottobre e affidato ad altro giudice, situazione che allunga i termini della risoluzione e aggrava gli effetti negativi della detenzione non solo sui due fucilieri, ma sulle relazioni tra l’Italia e l’India. Questa mia iniziativa è tanto più necessaria trovandoci nel semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea. Quella per il rientro di Latorre e Girone è una battaglia di giustizia che porto avanti come europarlamentare di Forza Italia e che è condivisa da colleghi come Maurizio Gasparri, Elio Vito e molti altri. Basta, l’Italia ha atteso troppo a lungo, Latorre e Girone tornino a casa.”

 

 

7 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs