Varese

Varese, 40 giovani saranno “Ambasciatori della sicurezza stradale”

La presentazione dell'iniziativa promossa dall'Aci

La presentazione dell’iniziativa promossa dall’Aci

Un progetto targato Automobile Club d’Italia per la sicurezza stradale, un’iniziativa italiana prima in Europa. Coinvolge 4500 giovani neopatentati, che possono frequentare gratuitamente corsi di guida sicura per tre anni, che si svolgono presso il Centro Aci-Sara di Vallelunga, corsi che sono offerti a giovani che hanno conseguito la patente di guida grazie al metodo Ready2Go.

Un progetto importante, che ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero degli Esteri e del Ministero dei Beni Culturali.

Si chiama “Ambasciatori della Sicurezza Stradale”, il progetto dell’ACI, nel senso che chi partecipa ai corsi di guida sicura si fanno poi testimonial della loro esperienza con i coetanei, nell’ambito scolastico, in famiglia. Corsi di questo genere sono stati rivolti, oltre che ai giovani neopatentati, anche ai cittadini stranieri e ai religiosi e alle religiose.

Il progetto è stato condiviso anche dall’Aci di Varese, che ha promosso la sua presentazione a Palazzo Estense: come è stato annunciato oggi, saranno 40 i giovani neopatentati varesini a partecipare all’iniziativa. A Varese, tra i conducenti di auto che hanno un’età tra i 18 e i 25 anni, nel 2012, sono stati accertati 556 giovani coinvolti in incidenti stradali con 318 feriti e un morto, mentre sono stati 237 gli incolumi.

Come ha sottolineato il Prefetto di Varese Giorgio Zanzi, la sicurezza stradale ha “una valenza sociale decisiva sia per il carico di sofferenza delle persone vittime di incidenti, sia per il costo sociale che ha”. “Occorrono molte risorse – continua Zanzi – per intervenire sulle infrastrutture. Oltre a ciò, si devono adeguare le regole, si devono aggiornare, ma anche vanno migliorate le capacità di chi sta in strada”. I complimenti all’Aci per l’iniziative sono giunti dal sindaco di Varese Attilio Fontana.

L’importanza della sicurezza stradale è stata rimarcata dal questore di Varese, Francesco Messina, che ha sottolineato che a Varese il 60% degli interventi della Polizia è legato a sinistri stradali. “Ogni iniziativa che spinge verso la cultura della legalità – ha concluso Messina – è senza dubbio positiva”.

Giuseppe Redaelli, presidente dell’Aci a livello provinciale, ha ricordato le diverse iniziative promosse a Varese in favore della sicurezza stradale. “Da ‘trasportaci sicuri” fino a ‘karting in piazza’ – ha detto Redaelli – abbiamo spesso puntato a realizzare iniziative sulla sicurezza. Il 23 e il 24 settembre, in piazza Repubblica, ci saranno lezioni per i più piccoli, che si troveranno ad affrontare i problemi della guida su go-kart che corrono quanto una bicicletta”. Readelli ha apprezzato e appoggiato da subito l’iniziativa degli “Ambasciatori” e a tale proposito lancia una nuova iniziativa: “L’Aci di Varese sosterrà la spesa di adesione al circuito del Ready2Go da parte delle scuole guida locali”.

Alla presentazione varesina hanno preso la parola anche Ascanio Rozera, segretario generale Aci, e Monika Jakiela. general manager Dma Servizi.

 

5 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs