Varese

Varese, Nicoletti: fisco più leggero per aziende in fuga verso la Svizzera

doganaUn fenomeno, quello dell’emigrazione delle nostre aziende verso la Svizzera, che certamente merita attenzione. Gliela riserva, opportunamente, il consigliere comunale di Movimento Libero, Alessio Nicoletti. “Un movimento in evidente e preoccupante aumento – dice Nicoletti -, un fenomeno spinto per lo più dalla pressione fiscale svizzera, decisamente più ‘leggera’ di quella italiana, e dalla minore burocrazia della Confederazione Elvetica”. Un fenomeno che riguarda aziende di Varese, Como e Verbania.

Sul tema Nicoletti ha depositato a Palazzo Estense una mozione, in cui si legge: “Abbiamo il dovere di individuare soluzioni immediate per arginare e annullare questa migrazione di aziende, che di fatto sta minando alle fondamenta il tessuto economico-produttivo del nostro territorio, già provato da una crisi economica senza fine”.

Nicoletti fa, a tale proposito, riferimento allo “sconto benzina”, nato per salvaguardare i benzinai di confine. E’ necessario, si legge nella mozione, “studiare un intervento pubblico volto ad alleggerire la pressione fiscale alle aziende di confine con l’obiettivo di arginare la migrazione di aziende italiane in Svizzera ed invertirne la rotta”. Un obiettivo che richiede, dice Nicoletti, il coinvolgimento anche di Regione Lombardia e Governo italiano. Per questo è stata depositata la mozione che ha come ambizione di raccogliere il consenso unanime del parlamentino varesino.

4 settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs