Varese

Varese, l’architetto Stefano Boeri protagonista di “Thinking Varese”

Stefano Boeri

Stefano Boeri

Riprende l’interessante ciclo di incontri a Varese, nella eccellente cornice di Villa Panza, bene di proprietà del Fai, dal titolo “Thinking Varese. Testimonianze di architettura e costruzione”, un ciclo promosso dall’Ordine degli Architetti di Varese. Prossimo appuntamento del ciclo l’incontro con l’architetto milanese Stefano Boeri, in programma il 17 settembre a Villa Panza, alle ore 21. L’importanza dell’incontro è confermata dal fatto che, a condurre l’incontro con Boeri, sarà lo stesso presidente dell’Ordine, Laura Gianetti.

Un appuntamento certamente interessante, considerato il relatore, un personaggio dalle molte sfaccettature. Non si tratta soltanto di uno dei nomi più significativi del mondo dell’architettura (nel manifesto che pubblicizza l’incontro campeggia il controverso Bosco verticale realizzato a Milano), ma anche un esponente importante del centrosinistra: alle ultime comunali milanesi, Boeri, capolista Pd e sfidante (sconfitto) alle primarie da Pisapia, è stato il più votato dopo Silvio Berlusconi, raccogliendo 12861 preferenze. Un nome di punta della giunta Pisapia – esperimento di grande interesse che ha segnato un grande passo avanti nella metropoli -, e che tuttavia nel novembre 2011 rassegnò clamorosamente le dimissioni da assessore alla Cultura, Expo, Moda, Design di Palazzo Marino. Tra l’altro da assessore alla Cultura Boeri si era espresso contro il Museo di Arte contemporanea a City Life, ultimo di una serie di contrasti con il sindaco di Milano.

Certo, a Varese si concentrerà sul suo impegno da architetto, ma tra i tanti nomi di grande prestigio del ciclo dei colloqui a Villa Panza, Boeri è senza dubbio un nome in cui la professione si intreccia in maniera forte ed esplicita con l’impegno politico.

30 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs