Varese

Varese, il sindaco Fontana, sì a doccia anti-Sla: “ha una finalità positiva”

 

Il sindaco di Varese Fontana

Il sindaco di Varese Fontana

Sta diventando un vero tormentone, l’Ice Bucket Challenge, ovvero la doccia gelata che vip e persone comuni fanno con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere fondi per la ricerca contro la Sla. Un gesto che cerca di rendere ancora più visibile una malattia terribile contro cui è in corso in tutto il mondo una guerra senza confini.

Anche a Varese si sta diffondendo questa gara di beneficenza contro la sclerosi laterale amiotrofica. Non si sottrae neppure il sindaco di Varese, Attilio Fontana, che è stato chiamato in causa da Cecco Vescovi, presidente della Pallacanestro Varese. “Come concetto – dichiara questa mattina il primo cittadino all’uscita dalla prima giunta post-vacanze estive – sono dell’opinione che nel momento in cui l’iniziativa non si esaurisca ad un atto estetico, ma possa contribuire a fare approfondire un problema, mi va bene”.

Dunque anche Fontana si sottoporrà alla doccia gelata? “Sì, mi devo sentire con Vescovi e poi decideremo quando farla”, risponde Fontana. E aggiunge: “Certo, qualcuno può fare questa doccia per farsi immortalare in una foto, o far parlare di sè, ma io guardo soprattutto alla sua finalità positiva”.

E per quanto riguarda la critica del sindaco di Gallarate, Guenzani? “Può darsi che sia una buffonata, ma se contribuisce a fare parlare di una battaglia contro la Sla, a raccogliere fondi per la ricerca, allora diventa un atto positivo”. E chi nominerà al momento della sua doccia? “Una amico – risponde il sindaco di Varese -, ma il suo nome non ve lo anticipo”.

28 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs