Varese

Varese, forte appello antifascista del presidente Anpi Chiesa

Il presidente Anpi provinciale di Varese Angelo Chiesa

Il presidente Anpi provinciale di Varese Angelo Chiesa

E’ stato diffuso un comunicato da parte dell’Anpi provinciale di Varese, a firma del presidente Angelo Chiesa, che punta a non abbassare la guardia sulla presenza di neofascisti in un anno in cui cade il 70° anniversario dell’ottobre di sangue varesino. Un appello diffuso in vista delle importanti manifestazioni in programma a Luino e a Varese. 

Ecco il testo:

Si sono recentemente verificate nuove e gravi provocazioni da parte di gruppi di neofascisti o neo-nazisti. L’esempio di Roma (con l’affissione di manifesti e l’invito a boicottare i negozi di cittadini ebrei) è gravissimo. Anche da noi vi sono esempi di provocazioni a volte non segnalati, come quello verificatasi a Viggiù il 25 luglio scorso con la presenza di una dozzina di neo-fascisti al gazebo organizzato dall’ANPI per la tradizionale pastasciuttata.

Grazie alla presenza di agenti della Digos e dei carabinieri non si sono verificati incidenti. Invitiamo le Sezioni a segnalarci per tempo eventuali provocazioni di ogni tipo. Con le opportune documentazioni (foto-filmati) per concordare insieme le opportune iniziative.

Ricordiamoci che quest’anno cade il 70° anniversario dell’ottobre varesino di sangue, con l’uccisione di 16 partigiani. Si deve garantire il massimo di presenze alle manifestazioni che si terranno a Luino e a Varese. Comunicheremo le date ma già fin d’ora chiediamo a tutte le Sezioni l’invio di proprie delegazioni con le loro bandiere.

Cari compagni, come vedete gli impegni e le iniziative sono molteplici e per la loro riuscita è necessario coinvolgere il maggior numero di iscritti e di amici antifascisti, soprattutto i giovani. Siamo certi del vostro impegno per quanto sopra e fraternamente vi salutiamo

p. il Comitato Provinciale
La Presidenza
Angelo CHIESAVarese, 19 Agosto 2014

 

 

19 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs