Regione

Regione, in vista di Expo la Cappellini elogia la Casa Museo Pogliaghi

L'assessore del Pirellone Cappellini

L’assessore del Pirellone Cappellini

“Milano e la nostra splendida Regione saranno pronte per Expo 2015 anche sul versante culturale e questo sarà merito soprattutto di Regione Lombardia che sta mettendo in atto tante iniziative per supportare i territori e far sì che si presentino nella maniera migliore possibile al mondo intero”. Replica così Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, a chi ha espresso nei giorni scorsi perplessità circa la buona riuscita di Expo anche dal punto di vista culturale.

“Tra i diversi interventi che stiamo mettendo a disposizione dei lombardi e dei tanti stranieri che verranno nella nostra Regione nei sei medi di Expo - ha ricordato l’assessore – c’è sicuramente la novità della Carta della Cultura, attesa da tempo ma mai attuata, che permetterà una maggiore
fruibilità dei luoghi culturali lombardi e piemontesi a costi vantaggiosi”. ”Un progetto – ha detto Cristina Cappellini – che è infatti portato avanti grazie alla positiva collaborazione con la Regione Piemonte e che permetterà l’accesso agevolato ai luoghi culturali di entrambe le Regioni, proprio in ottica macroregionale”.

“In vista di Expo ci stiamo concentrando – ha spiegato l’esponente della giunta Maroni – non solo sulla promozione di eventi in sé, in grado di
animare con un’offerta qualitativamente alta i sei mesi dell’Esposizione Universale, ma soprattutto sugli interventi di conservazione, restauro e
valorizzazione dei nostri beni culturali, così da fare investimenti che guardano anche al dopo Expo”. “Abbiamo voluto destinare – ha detto ancora
l’assessore – le risorse dei nostri bandi principalmente al patrimonio culturale, sostenendo numerosi interventi su beni immobili e mobili, siti
Unesco e aree archeologiche, musei e luoghi della cultura in genere. Il lavoro portato avanti nel sito Unesco di Santa Giulia e del Capitolium a
Brescia, che ha visto nei giorni di Ferragosto un numero elevatissimo di visitatori, ne è un esempio concreto, così come Villa Monastero a Varenna,
che pure ha avuto punte altissime di turisti nei giorni scorsi e che fu al centro del grande progetto ‘Luoghi e vie della fede’ che la Regione lo scorso anno sostenne con somme ingenti. Ricordo anche la virtuosa operazione che ha portato in tempo record, grazie al contributo della Regione, alla riapertura, dopo vent’anni, della Casa Museo Pogliaghi a Varese. Tanti interventi messi in campo dalla Giunta Maroni in un’ottica di lungo
respiro”.

“Sempre nei sei mesi in cui si svolgerà l’Esposizione Universale – ha ricordato l’assessore – si terrà presso la Villa Reale di Monza, fresca di
restauri, il Forum Mondiale dell’Unesco sulle Imprese Culturali e Creative. Una grande battaglia vinta da Regione Lombardia, che ha riportato l’evento
sul suo territorio e per cui sollecito ancora una volta il governo di Roma e il Ministro Franceschini perché ci venga riconosciuto quanto ci spetta in
termini di supporto economico, almeno nella stessa misura in cui il governo ha concesso lo scorso anno un contributo al Comune di Firenze per
l’edizione del Forum Unesco del 2014″.

L’assessore ha poi citato anche altre iniziative che vedranno protagonista la Lombardia: “Nel 2015 ospiteremo eventi internazionali importanti come
“Meeting the Odyssey”, un progetto di teatro sociale itinerante che coinvolgerà diverse identità europee, dal Baltico al Mediterraneo, “NID -
la nuova piattaforma della danza nazionale” che si terrà nella città Brescia, oppure lo IETM Spring Meeting delle residenze teatrali che sarà
ospitato nella città di Bergamo”.  ”Chiederò a breve un incontro con il Ministro Dario Franceschini – ha anticipato l’assessore – per illustrargli tutte le iniziative che stiamo mettendo in campo per Expo e per sollecitarlo sulla richiesta che il mondo dello spettacolo lombardo sta facendo da circa un anno, ossia un contributo speciale per permettere ai teatri e alle sale dello spettacolo di garantire una programmazione di qualità per tutto il 2015″.
“La Regione – ha occluso l’assessore Cappellini – garantirà il proprio supporto economico allo spettacolo lombardo, facendo sforzi ulteriori e con
iniziative ad hoc, ma pare più che opportuno un impegno extra anche da parte dello Stato”.

19 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs