Varese

Varese, le opposizioni al sindaco Fontana: ritiri le deleghe a Clerici

Il Comune di Varese

Il Comune di Varese

Alcuni capigruppo delle opposizioni in Consiglio comunale a Varese, e cioè Fabrizio Mirabelli (PD), Rocco Cordì (SEL), Alessio Nicoletti (Movimento libero) e Luciano Ronca (Varese&Luisa), hanno sottoscritto nel pomeriggio di oggi un documento relativo alle dichiarazioni dell’assessore Stefano Clerici sulle due volontarie rapite in Siria.

“I sottoscritti capigruppo – si legge nel documento-, in seguito alle vergognose dichiarazioni dell’Assessore Clerici relativamente a Greta e Vanessa, le due volontarie italiane rapite in Siria che – al di là dei giudizi politici- rivelano una sensibilità umana prossima allo zero” e poi “considerato che il ruolo istituzionale indegnamente ricoperto dal medesimo favorisce il risalto mediatico anche delle affermazioni più ignobili contribuendo a screditare l’immagine della nostra Città” fanno richiesta al sindaco di Varese Fontana “se per tali ragioni e a fronte di un ennesimo fatto che non può essere derubricato a semplice opinione personale non ritenga di ritirare all’Assessore Clerici, le deleghe a lui affidate, di modo che, in futuro, sue eventuali ulteriori dichiarazioni su argomenti non strettamente connessi con la sua attività di amministratore, non possano più essere riferite o associate alla città di Varese”.

In subordine, i rappresentanti delle opposizioni chiedono al Sindaco Fontana, in base all’ex art. 40 c. 1 del Regolamento per il Consiglio comunale, “di convocare, ad inizio settembre, il Consiglio comunale con il seguente ordine del giorno: “La posizione ufficiale del Comune di Varese su Greta e Vanessa, le due volontarie italiane rapite in Siria”".

11 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs