Varese

Varese, l’assessore Clerici interviene sulle volontarie rapite in Siria

Stefano Clerici

Stefano Clerici

Sconcertante il post dell’assessore comunale forzista Stefano Clerici sulle due ragazze volontarie rapite in Siria. Nel suo messaggio l’assessore alla Tutela ambientale definisce le due volontarie “due sprovvedute (sarò diplomatico) partite per farsi i selfie tra i ribelli siriani”. E si domanda se “è giusto che si mobiliti la diplomazia internazionale? Si, per carità. Ma che addirittura si ipotizzi il pagamento di un riscatto a spese nostre?”.

Continua Clerici, non nuovo a prese di posizione trancianti e inaccettabili: “Umanamente mi dispiace, per carità, ma con la guerra non si scherza e da bambine è bene che non si giochi alle “piccole umanitarie”, ma con le barbie. Perché se parti con l’incosciente presunzione di risolvere un problema e poi, paradossalmente, il problema diventi tu, non può essere la collettività a pagarne il prezzo”.

 

10 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, l’assessore Clerici interviene sulle volontarie rapite in Siria

  1. Giuseppe Musolino il 12 agosto 2014, ore 17:26

    Greta, Vanessa e …Carneade (ovvero, la Bellezza che deve tornare).

    CARNEADE potrebbe voler uscire dalla propria condizione di sconosciuto, e a volte riesce a cogliere l’obiettivo… Paradossalmente, però, questo è un errore proprio perché – uomo senza qualità – si ritrova nella storia per questa sua condizione e quindi così gli converrebbe restare.
    L’assessore… – meglio lasciarlo nell’anonimato – è il simbolo della classe dirigente che non ha risolto i problemi e che ha ridotto in condizioni miserevoli la Città: i suoi correi – di pari livello, chi più chi meno – non sapranno assumere atti conseguenti a riscattare almeno una qualche parvenza di civismo e di civiltà. Tocca perciò ai cittadini – a tutti noi – far in modo che gli ultimi 20 mesi di questa amministrazione non comportino ulteriore accanimento contro la nostra pur meravigliosa Città che ha ancora al suo interno energie vitali da attivare per ritornare alla…Bellezza, semplicemente.
    Giuseppe Musolino – referente “Un’Altra Storia”

  2. Pierpaolo il 13 agosto 2014, ore 00:45

    L’operato dell’amministrazione cittadina non è alla conoscenza di tutti.
    L’assessore Clerici, invece, è un politico ben noto per le proprie visioni realistiche e per le sue capcità di esternarle senza peli sulla lingua.
    Faccio auguri perché, al termine del mandato cittadino, possa impegnarsi in qualche campo di maggior respiro.
    La fiducia del popolo non gli verrà meno.

  3. Sergio Ghiringhelli il 15 agosto 2014, ore 11:35

    La memoria e’ sempre corta.
    Oppure a molti , fa comodo dimenticare come era ridotta Varese , agli inizi degli anni 90.
    Tangentopoli , Sindaco e politici vari in galera, in piazza Repubblica un buco sottoposto a sequestro , zone consegnate al degrado assoluto ( vedi area Cagna) .
    Certo , in questi 20 anni si poteva fare di piu’.
    Si puo’ sempre fare di più e meglio , ma mi si permetta .
    Dove erano questi fustigatori dell’attuale amministrazione quando la Citta’ veniva saccheggiata, da uomini che spesso avevano in tasca la tessera di partito a cui loro stessi appartenevamo?.
    Io ricordo dove ero io e tanti degli attuali Amministratori , ma non ho memoria di lor signori nelle battaglie fatte per restituire Varese alla legalita’.
    Comunque tra 20 mesi saranno ancora i cittadini a giudicare , tutti i cittadini e non uno sparuto gruppo di pseudo intellettuali.

  4. annina il 16 agosto 2014, ore 14:32

    comunque sarebbe utile capire come due ventenni, senza preparazione professionale certificata da titoli di studio, siano riuscite ad andare ed entrare in un paese in guerra e nelle zone più a rischio ( non con le organizzazioni strutturate che tutti conosciamo come operanti in situazioni di estrema pericolosita’ CRI, MSF etc.): difficile pensare che abbiano fatto tutto da sole. Chi sono gli asini che ce le hanno mandate e dove prendono i soldi? Un po’ di controllo su queste ong? no !?!

Rispondi

 
 
kaiser jobs