Regione

Regione, l’assessore Cappellini difende Carta Cultura da attacchi Pd

L'assessore Cappellini

L’assessore Cappellini

“É triste constatare come il PD lombardo caschi così facilmente nella sterile polemica politica agostana, peraltro di fronte a un progetto così importante e utile a entrambe le Regioni, progetto apprezzato anche dai Comuni di Milano e di Torino che hanno espressamente richiesto di aderirvi”. Risponde così l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini, ai consiglieri regionali del Partito Democratico che hanno criticato il progetto della giunta lombarda relativo alla ‘Carta della Cultura” macroregionale che sarà sperimentata durante l’Expo.

“Tale progetto, che probabilmente i consiglieri del Partito Democratico non hanno ancora ben studiato – ha continuato l’assessore – favorirà una maggiore fruibilità con un minore costo per i lombardi e ai piemontesi, oltre che per i turisti stranieri, dei luoghi della cultura delle due Regioni, aspetto importantissimo soprattutto in un momento di difficile situazione economica”.

“Perché il Pd lombardo – ha chiesto ironicamente l’assessore – non dice niente sulla scelta del Comune di Milano di aumentare il costo dei biglietti dei musei civici, in nome di un adeguamento tariffario che di fatto significa maggiori costi per i cittadini”?  ”Quanto alle idee dell’architetto Boeri – ha concluso l’esponente della giunta Maroni – sono senza dubbio interessanti, ma ricordo che é stato il sindaco Pisapia tempo fa a escluderlo dalla giunta meneghina”.

6 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs