Busto Arsizio

Busto Arsizio, raid di furti in negozi e supermercati con un minore

auto-polizia-23112012Una donna rom di 45 anni, domiciliata in un campo nomadi di Milano, è stata arrestata nel pomeriggio di sabato 2 agosto dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Busto Arsizio per furto aggravato e continuato. La nomade, utilizzando per compiere le sue malefatte un tredicenne, aveva effettuato un vero e proprio raid predatorio in 2 negozi di abbigliamento e 3 supermercati della città.

Fatale è stato l’ultimo colpo, tentato nel negozio di un noto marchio di via Milano ma non portato a termine, in quanto uno dei capi di vestiario asportati da uno scaffale, avendo ancora la placca antitaccheggio, ha fatto scattare l’allarme. La donna, inseguita dalle commesse, è stata raggiunta in piazza Garibaldi e subito dopo presa in consegna dalla Volante.

I poliziotti hanno appreso che la nomade, all’interno del negozio, era stata notata in compagnia di un bambino, nel frattempo allontanatosi, al quale aveva consegnato un trolley da spesa. E’ stata quindi diramata la descrizione del bambino che poco dopo, con la collaborazione della Polizia Locale, è stato avvistato all’interno del Mc Donald’s.

Nel trolley che il minore portava ancora al seguito, sono stati recuperati capi di abbigliamento, cosmetici, prodotti per la casa e generi alimentari (in tutto 83 pezzi per un valore di circa 400 Euro) dei quali si è riusciti a stabilire con certezza la provenienza e che sono risultati, appunto, rubati nel corso della giornata dai cinque esercizi commerciali.

La nomade, pluripregiudicata per reati contro il patrimonio e per impiego di minori nell’accattonaggio, è stata arrestata d’intesa con il PM di turno Dott.ssa Stagnaro, mentre il tredicenne, minore non imputabile, è stato affidato ad uno zio.

4 agosto 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs