Varese

Varese, il quattro senza laureato campione del mondo alla Schiranna

Il quattro senza

Il quattro senza

Il quattro senza di Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Cesare Gabbia (SC Elpis), Giovanni Abagnale e Vincenzo Abbagnale (Marina Militare), al termine di una gara stupenda e condotta in maniera autorevole, ha vinto la medaglia d’oro laureandosi campione del mondo Under 23 durante il mondiale casalingo in svolgimento a Varese. Un dominio, quello della barca azzurra, che non ha dato modo alla Germania di attuare la sua tattica di gara poiché ad ogni attacco la risposta della formazione azzurra, del capovoga Vincenzo Abbagnale, era dirompente e invece di accorciare il distacco la barca tedesca veniva respinta. Sul finale all’Italia andava l’oro, alla Germania l’argento e alla Romania il bronzo.

All’oro del quattro senza vanno aggiunte le due medaglie d’argento vinte dai pesi leggeri, una categoria che da sempre garantisce metallo pregiato all’Italia del remo. La prima è arrivata dal quattro di coppia femminile di Valentina Rodini (SC Bissolati), Giorgia Lo Bue, Serena Lo Bue (SC Palermo), Greta Masserano (CUS Torino) che prima hanno fatto sfogare la Svizzera e poi, negli ultimi quattrocento metri, l’hanno superata e sono andate all’attacco della Germania che ha vinto il titolo mondiale per poco più di un secondo di vantaggio dalla barca azzurra. Un argento che, in ogni modo, sarà da stimolo per tutta la squadra femminile, in costante crescita.

La terza medaglia della giornata è arrivata dal quattro di coppia pielle di Paolo Ghidini (CC Saturnia), Matteo Mulas (CLT Terni), Edoardo Margheri (Sisport Fiat), Edoardo Buoli (SC Eridanea) che si è piegato solo alla fine ai transalpini ai quali ha dato del filo da torcere per tutti i duemila metri. Al traguardo, quindi, oro alla Francia, argento all’Italia e bronzo alla Danimarca che, negli ultimi cento metri, ha provato ad attaccare gli azzurri, ma senza successo.

Si è fermata in quinta posizione, dopo aver lottato per tutto il percorso per il terzo posto contro Australia e Romania, il due senza di Beatrice Arcangiolini (SC Firenze), Gaia Marzari (SC Lario). Il mondiale, in questa specialità, è stato appannaggio della Nuova Zelanda che è rimasta al comando per tutta la gara. Sesto posto, infine, per il quattro con di Nicolò Pagani (Tevere Remo), Massimiliano Rocchi (CRV Italia), Fabio Vigliarolo (SC Lario), Mario Cuomo (CC Irno) e Giorgio Crippa al timone (SC Moltrasio) che, nonostante abbia sferrato numerosi attacchi agli avversari, non è riuscito a rimanere in zona medaglia e sul finale ha pagato lo sforzo profuso nella prima metà di gara. Oro al Canada, argento alla Nuova Zelanda e bronzo alla Francia.

26 luglio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs