Varese

Varese, il forzista Cosentino porta 200 mila euro a vie Donizetti-Rossini

Giacomo Consetino

Giacomo Consetino

In chiusura del Consiglio comunale di ieri sera, 21 luglio, è stato approvato quasi all’unanimità l’emendamento n. 141, presentato dal Consigliere di Forza Italia, Giacomo Cosentino, che prevedeva lo stanziamento di euro 200 mila, da aggiungersi ai già stanziati euro 170 mila, per l’immediato finanziamento dei lavori di riqualificazione delle vie Donizetti – Rossini, per un importo totale di euro 370 mila.

Dichiara Cosentino: “nel programma elettorale avevamo promesso ai cittadini l’ampliamento della zona pedonale del centro città, ora con l’approvazione di questo emendamento facciamo un passo avanti fondamentale. Il progetto, presentato dall’assessore Clerici, prevede il rifacimento di tutta la pavimentazione di entrambe le vie, diventando cosi omogenea a quella già esistente in piazza Giovine Italia, inoltre, vi sarà l’installazione di elementi di arredo urbano ed una piantumazione su entrambe le vie; si renderanno altresì fruibili ai commercianti spazi urbanistici occupati ad oggi dai posti auto.”

Prosegue Cosentino “considerando le gravi difficoltà economiche in cui versano le casse dei comuni, stiamo facendo un miracolo: oltre a mantenere la tassazione sotto controllo, grazie alla vendita di quote societarie che avevamo e grazie a tagli netti alle spese del Comune e dei singoli assessorati, stiamo procedendo ad interventi significativi come la riqualificazione del comparto Donizetti – Giovine Italia – Rossini. Presto partiranno anche asfaltature e altri interventi che annunceremo a tempo debito.”

22 luglio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti a “Varese, il forzista Cosentino porta 200 mila euro a vie Donizetti-Rossini

  1. Andrea Civati il 22 luglio 2014, ore 19:32

    I cittadini e i lettori conoscono bene il percorso che ha avuto la pedonalizzazione. Un percorso faticoso ma virtuoso che ha coinvolto tutte forze politiche, i commercianti e i cittadini.
    Con lo stesso spirito è stata trovata la copertura finanziaria per effettuare le opere di riqualificazione.
    Qualcuno lavora per l’interesse della città, altri preferiscono mettere bandierine ideologiche.

  2. Rocco Cordì il 23 luglio 2014, ore 00:19

    Caro Andrea purtroppo la gara a “metterci il cappello”, conquistando momenti di gloria mediatici, non è un’esclusiva di Cosentino. La cosa più grave però è che anche la “copertura” di una spesa che avrebbe dovuto essere garantita in bilancio subito dopo la decisione del Consiglio (due anni fa!) diventa una “conquista” per la semplice ragione che il gioco degli emendamenti è appunto un gioco ….utile solo a nascondere ritardi insipienza e responsabilità della maggioranza. Mi auguro che almeno in futuro il PD non si presti più al gioco.

  3. Gianni Ciano il 24 luglio 2014, ore 00:36

    ma se il PD è il primo a concordare gli emendamenti da far passare trasversalmente? a che gioco giocate? Fate l’opposizione infastidita sui giornali, ma nelle “segrete stanze” gestite con la maggioranza il portafoglio comunale.
    Almeno Civati eviti certe uscite poco coerenti, suvvia.
    Un po’ di cinema non fa male a nessuno, e voi siete degli ottimi attori.

  4. giulio moroni il 29 luglio 2014, ore 11:38

    Questa volta devo difendere Andrea Civati. Piaccia o non piaccia, la pedonalizzazione e la riqualificazione di quella parte del nostro centro ha più padri e non uno solo.
    Nessuna polemica su Cosentino che ha presentato un buon emendamento votato quasi all’unanimità dal Consiglio, trovando peraltro terreno fertile su un’iniziativa condivisa da tempo.
    Forse, nel caso di specie, ad innescare questa mini polemica è stato il titolo dell’articolo che attribuisce ad un singolo il successo e non, come forse più corretto, alla decisione assunta dal Consiglio Comunale a larghissima maggioranza.

  5. Giovanni Chiodi il 30 luglio 2014, ore 12:46

    Dopo aver letto l’articolo anch’io ho avuto la tentazione di mettere qualche puntino sulle “i” ma ho preferito non innescare un’inutile polemica…
    Tuttavia mi sembra corretto sottoscrivere in pieno quanto scritto da Moroni e dare il dovuto merito a Civati che, insieme a Galparoli, sono stati i primi a mettersi a disposizione dell’amministrazione per innescare un neccessario dialogo preventivo con i commercianti.
    Resta comunque questa una proposta e un risultato condiviso da quasi tutte le parti politiche…

  6. Andrea Civati il 31 luglio 2014, ore 10:29

    Ringrazio Giulio Moroni e Giovanni Chiodi. Il risultato è di tutto il Consiglio. Solo con l’impegno di tutti si è potuto realizzare un progetto che qualcuno definiva impossibile anni fa!

Rispondi

 
 
kaiser jobs