Varese

Varese, Mondiali Canottaggio, 466 volontari col sorriso sulle labbra

Il direttore dell'Agenzia del Turismo Della Chiesa con alcuni volontari

Il direttore dell’Agenzia del Turismo Della Chiesa con alcuni volontari

Conto alla rovescia alla Schiranna per i Mondiali di Canottaggio Under 23. Parecchi atleti, con staff e famiglie al seguito, sono già arrivati, ma non tutti. Mentre, invece, l’esercito dei volontari che faranno da supporto alla manifestazione remiera è già pronto e perfettamente addestrato. Sì perchè, come spiegano gli organizzatori, questi 466 ragazzi dai 18 ai 23 anni, provenienti da 22 scuole del territorio, hanno seguito corsi e fatto formazione, da corsi relativi ai loro compiti specifici alla formazione su lingue e normativa sulla sicurezza. Una cosa molto seria, insomma. Ognuno di loro parla almeno tre lingue e in tutto si parlano 18 lingue, compreso il cinese.

I volontari arrivano alla spicciolata, oggi è il loro giorno, vengono presentati agli operatori dei media. Un piccolo momento di gloria che si meritano, vista la serietà e considerato l’impegno che ci stanno mettendo. Il loro motto la dice lunga: “Smile and Flexibility” (cortesia e flessibilità) e i colori della divisa, biancorossa, li lega alla città giardino. Lavorano su due turni, mattina e pomeriggio, e per molti di loro si tratta di un impegno inserito nei percorsi scuola-lavoro.

Alla presentazione di questo piccolo esercito, che rende ancora più popolare e legata al territorio kermesse remiera della Schiranna, interviene il direttore dell’Agenzia del Turismo della Provincia di Varese, Paola Della Chiesa lancia anche l’Info Point super-sostenibile, come del resto l’intera manifestazione. “Un  punto di riferimento per ottenere informazioni sulle gare, ma anche per conoscere iniziative e proposte che riguardano la bellezza del nostro territorio”. “Un Info Point – continua la Della Chiesa – realizzato grazie alla collaborazione tra Provincia, Agenzia del Turismo e Comune di Varese: da qui, grazie al Comune, ci si può prenotare per un viaggio al Sacro Monte o per un giro in centro città”. Anche presso Malpensa è operativo un Info Point gestito sempre dall’Agenzia del Turismo.

Per Davide Tizzano, della Federazione Italiana Canottaggio, “questi ragazzi e queste ragazze sono uno dei fiori all’occhiello della manifestazione. E starà a loro cercare di offrire la tipica ospitalità italiana insieme all’efficienza”. Non mancano neppure il design Caporaso, che ha offerto l’arredamento sostenibile degli Info Point di Malpensa e della Schiranna, e Alessandro Franzetti, giovane responsabile dei volontari, che ricorda come i ragazzi per tutto il periodo delle gare potranno utilizzare gratuitamente i mezzi del trasporto pubblico di Varese.

 

FOTO

21 luglio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs