Regione

Regione, bando da 2 milioni per i tesori della cultura lombarda

L'assessore del Pirellone Cristina Cappellini

L’assessore del Pirellone Cristina Cappellini

“Un bando assolutamente innovativo, che punta alla  valorizzazione del patrimonio culturale conservato negli istituti e nei luoghi della cultura in vista di Expo 2015″. L’ha detto l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini presentando l’Avviso pubblico per la selezione di progetti, da Palazzo Lombardia in video conferenza con le Sedi territoriali. Un bando da 2 milioni di euro.

“Mettiamo in pratica e non a parole – ha sottolineato l’assessore Cappellini – la valorizzazione del patrimonio culturale dei nostri territori”. ”Abbiamo approntato una misura – ha ricordato l’assessore Cappellini - perfettamente in linea, ma con tratti di assoluta novità, coi recenti e ingenti fondi stanziati dalla Regione per i beni culturali mobili e immobili, nonché per i siti archeologici e Unesco, aggiungendo un importante tassello al percorso di valorizzazione del vasto patrimonio culturale lombardo”.

L’Avviso pubblico ha il chiaro intento di valorizzare gli istituti e i luoghi della cultura, ovvero musei, biblioteche e archivi, ma anche aree archeologiche e altri tipi di siti per i quali siano previste azioni di valorizzazione, riqualificazione e promozione presentate da soggetti pubblici. ”Sono azioni di carattere strategico per sostenere la progettualità pubblica, in modo da rendere i siti culturali più attrattivi in vista di Expo 2015 – ha continuato l’assessore -, ma si guarda anche al ‘dopo Expo’, visto che gli interventi sono destinati ai nostri territori, rappresentando quindi investimenti concreti per il futuro”.

“Per quei progetti che verranno selezionati – ha spiegato l’assessore – è prevista, nel bando, una convenzione che stabilisce che siano completati entro il primo semestre 2015, giusto perché ne possano beneficiare i turisti dell’Expo”. Il finanziamento regionale sarà pari, al massimo, al 70 per cento, e si applicherà a interventi che abbiano un costo complessivo non inferiore ai 40.000 euro. Le domande degli Enti pubblici potranno essere presentate fino all’11 agosto.

“Riuscire a rendere più accessibili i luoghi della cultura – ha spiegato l’assessore Cappellini – è un’azione che promuove non solo i siti stessi ma anche i territori e che agevola i cittadini oltre che i turisti. La ‘Carta musei’ che stiamo realizzando con il Piemonte è uno strumento straordinario a tal fine. A settembre, inoltre, presenteremo un altro bando per il sostegno all’offerta culturale lombarda attraverso le imprese culturali e creative, settore che riteniamo strategico all’interno delle politiche culturali di Regione Lombardia”.

 

18 luglio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs