Varese

Varese, le Zes approvate al Pirellone promosse dalla CdO

Il presidente Di Gilio

Il presidente Di Gilio

In merito all’approvazione da parte del Consiglio Regionale della proposta al Parlamento per istituire in Lombardia Zone economiche speciali, Compagnia delle opere Varese intende manifestare la propria viva soddisfazione per un’iniziativa che va nella direzione di una diminuzione della burocrazia e prevede agevolazioni fiscali per le aziende varesine di confine.

La burocrazia e la pressione fiscale sono fattori che mettono un freno alla competitività delle aziende italiane, ma il problema è, se possibile, ancora più sentito dagli imprenditori che si trovano ad operare nelle zone al confine con la Svizzera e che devono competere in una posizione di ulteriore svantaggio.
“Siamo più che favorevoli a questa iniziativa della Regione Lombardia che istituisce le Zone economiche speciali – dichiara il Presidente di CDO Varese Donato Di Gilio - perché riteniamo che gli incentivi fiscali a favore delle imprese di confine possano essere uno strumento utile per attirare nuove imprese sul nostro territorio e nello stesso tempo vanno nella direzione di uno snellimento burocratico e di un abbassamento della pressione fiscale arrivata a livelli non più sostenibili”.

“Lavorando in Polonia da oltre 20 anni – prosegue Di Gilio – posso testimoniare che lo strumento delle ZES ha funzionato e continua a funzionare ottimamente ; e’ uno  degli elementi di successo dell’economica di quel paese. Avere anche nella nostra zona supporti di questo genere non puo’quindi  che fare bene all’economia locale .    Noi dobbiamo fare di tutto per attirare nuovamente imprese, capitali e investimenti sul nostro territorio anche agendo sulla leva degli incentivi e della riduzione della  burocrazia”.

10 luglio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs